Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Veretout out: è bufera tra multe e mercato. Nazionali gioie e dolori, Mancini c’è

Getty Images

Il francese in un momento complicato tra la vicenda della moglie che può costargli la multa, la separazione burrascosa con l'agente e il campo. Smalling può rinnovare, Xeka sempre nel mirino

Francesco Iucca

La Roma è tornata ieri ad allenarsi nella settimana che porta alla ripresa del campionato, domenica contro la Sampdoria. Anche oggi i giallorossi sono scesi in campo: presente Gianluca Mancini, che aveva lasciato il ritiro della Nazionale,al contrario di Jordan Veretout che sarà out in questi giorni. Il francese è finito nell'occhio del ciclone a causa della festa di compleanno organizzata dalla moglie Sabrina nonostante la sua positività al Covid e che costerà al giocatore della Roma una multa salata da parte del club. Non solo, perché Veretout rischia anche di dover pagare una penale di quasi 3 milioni di euro nell'ambito della separazione dal suo ormai ex agente, Mario Giuffredi. Nel frattempo Mourinho - che oggi ha incontrato in Vaticano un cardinale portoghese - osserva i suoi giocatori sparsi per il mondo.

Segnali importanti da Eldor Shomurodov, protagonista con l'Uzbekistan: per l'attaccante della Roma una tripletta contro l'Uganda.Edoardo Bove non è invece sceso in campo con l'Italia under 21, escluso dal ct Paolo Nicolato.Zaniolo e Cristante sono partiti dall'inizio in Turchia-Italia, Darboe è rimasto fuori da Gambia-Chad:in patria riportano la sua positività al Covid. Spareggio per il Mondiale decisivo sia per Rui Patricio che per Afena-Gyan: il primo parte dalla panchina in Portogallo-Macedonia del Nord, il secondo dal 1' in Ghana-Nigeria. Le buone notizie per i giallorossi sono pronte ad arrivare da Leonardo Spinazzola, che il 31 marzo dovrebbe volare in Finlandia per la visita con il dottor Lempainen per l'ok definitivo alla ripresa delle attività.

 Getty Images

Pinto mette nel mirino Xeka. E Smalling può rinnovare. Cristian Totti in gol a Trigoria

Sul fronte mercato continuano a circolare diversi nomi. Tra questi c'è Xeka, centrocampista di personalità del Lille che è in scadenza 2022 e piace a Mourinho e Pinto, ma anche il terzino dell'Empoli Fabio Parisi. Per il centrocampo, in Francia rilanciano e tengono vivo l'interesse giallorosso per Boubacar Kamara del Marsiglia, anche lui in scadenza di contratto a giugno e accostato ai giallorossi da mesi, con una lunga schiera di pretendenti di prestigio alle spalle. Come quella che osserva da vicino Tammy Abraham, in primis le inglesi come Manchester United e Tottenham: la Roma non ha intenzione neanche di parlare di una sua eventuale cessione. E si sente protetta dalla clausola monstre a favore del Chelsea, che però è in un momento storico difficilissimo, oltre a una condizione del contratto dell'inglese che è molto vantaggiosa anche per l'agente.

A proposito di commissioni ai procuratori, la Roma è la terza in Serie A in relazione a questo tipo di spesa nel 2021. Una cifra (più di 25 milioni di euro) che però va analizzata in quanto condizionata da accordi precedenti all'arrivo di Pinto. Intanto, oltre ai colpi in entrata, i giallorossi pensano anche ai rinnovi e tra questi può esserci anche Chris Smalling. Il centrale inglese, dopo i problemi fisici, rientra ora nei piani futuri della società che vorrebbe proporgli di allungare fino al 2024 il suo contratto, magari con cifre leggermente inferiori ai 3,8 fissi più bonus attuali. Pinto in ogni caso studia le varie cessioni e il futuro dei giovani, che possono diventare il futuro della Roma o anche portare qualche risorsa in più nell'immediato in termini di entrate. Tra i sogni di mercato c'è anche Goncalo Guedes del Valencia, che ha deciso di sacrificarlo ma per lui servono circa 40 milioni.

Tornando sul campo, i tifosi romanisti hanno lanciato un segnale ulteriore alla squadra facendo registrare il sold out anche per la trasferta col Bodo/Glimt in Norvegia del prossimo 7 aprile. Lo stesso ds degli scandinavi ha parlato dello scontro con i giallorossi: "Cercheremo di ripetere la prestazione di pochi mesi fa. La Roma è cresciuta rispetto a novembre, sono più forti negli 11 titolari. La più forte della Conference?Probabilmente la Roma".Intanto a Trigoria torna a segnare Totti. Il brivido lo porta però Cristian, figlio di Francesco, in gol con la maglia dell'Under 17 contro la Reggina. Infine le parole di Pedro Rodriguez, ex dal dente avvelenato che sta facendo una buonissima stagione con la Lazio: "Non mi aspettavo che Mourinho non contasse su di me, ma nel calcio ci sono sempre cose belle e cose brutte, e a me è successo. Poi volevo davvero andare alla Lazio".