Coronavirus LIVE, positivo Garay del Valencia. Atalanta in isolamento

Coronavirus LIVE, positivo Garay del Valencia. Atalanta in isolamento

Club e federazioni studiano un modo per completare la stagione, unica vera priorità nonostante le altre ipotesi. Annullare tutto per più di metà delle società vorrebbe dire non potersi iscrivere

di Redazione, @forzaroma

Il calcio e non solo continua a fare i conti con l’emergenza coronavirus, ormai globale. Si avvicinano le riunione di Lega e Uefa, che dovrebbero segnare uno spartiacque molto importante nella ripresa delle competizioni in tutta Europa. I club e le federazioni ragionano sulle possibili soluzioni, spaventati dalle perdite ipotetiche che farebbero registrare numeri drammatici per la sopravvivenza delle società.

CRONACA LIVE

Ore 22:50Il Brasile ferma tutte le competizioni calcistiche. Con una nota ufficiale, la Federazione brasiliana ha fatto sapere che da domani, lunedì 16 marzo, tutte le competizioni professionistiche saranno interrotte per la pandemia del Covid-19. Per quanto riguarda i campionato statali, invece, ogni zona potrà scegliere autonomamente.

Ore 22.00 – Omar Colley, difensore della Sampdoria, negli scorsi giorni era stato dichiarato positivo al Covid-19, ma nella giornata odierna ha smentito la propria positività attraverso un video pubblicato sul proprio profilo Instagram. Queste le sue parole: “Io e la mia famiglia siamo sani e salvi dal Coronavirus. Cari famigliari, amici e fan. Grazie per i vostri messaggi e la vostra preoccupazione nei miei confronti. Ho eseguito un esame al sangue e ai polmoni giovedì 12 marzo 2020 e i risultati erano negativi. Venerdì 13 marzo 2020 ho rifatto un altro test nasale ma i risultati erano incerti. Posso quindi confermare che io e la mia famiglia siamo sani e salvi dal Coronavirus. Ringrazio la Sampdoria per l’aiuto e il supporto che abbiamo ricevuto e che continuiamo a ricevere. Prego per i malati e auguro loro una pronta guarigione. Il mio cuore va anche a tutti i coraggiosi medici, infermieri ed esperti in medicina che lavorano giorno e notte per combattere il virus“.

Ore 21.00 – Il medico sociale del Mantova, Enrico Ballardini, è risultato positivo al test Covid-19. Lo ha comunicato sul suo sito la stessa società biancorossa, capolista del girone D della Serie D. Ballardini, cardiologo libero professionista e presiede la Federazione medici sportivi di Mantova, è in isolamento a casa. Questo il comunicato ufficiale del club lombardo: “Il dottore non aveva avuto contatti con la squadra da sabato 29 febbraio e nessun calciatore, staff, dipendente della società lamenta qualsivoglia problematica legata al coronavirus. Al dottor Ballardini va il sostegno di tutta la società, squadra e staff”.

Ore 20.20 – Nonostante un caso di positività al Covid-19 tra i giocatori e il consiglio del club, ma non l’obbligo, di mettersi in ‘quarantena’, il portiere dell’Everton, Jordan Pickford, è stato fotografato in un evento di boxe. Seduto al suo tavolo, il 25enne estremo difensore, raggiunto poi da moglie e figlio, è stato immortalato nel sorseggiare una birra e nel toccarsi più volte il viso infilandosi anche le dita in bocca, un comportamento contrario alle indicazioni dei sanitari di non toccarsi il volto per paura della diffusione nonostante il consiglio del SSN di evitare il contatto con il viso per paura di diffondere il nuovo Coronavirus. Pickford ha però confermato la sua presenza all’evento sottolineando di aver avuto il via libera dai medici dell’Everton.

Ore 19.35 – Il presidente della Federcalcio svizzera Dominique Blanc, è risultato positivo al Coronavirus: “Mi sento abbastanza bene in questo momento e ho solo lievi sintomi influenzali”, si legge nella nota della Federazione elvetica. Blanc adesso è in quarantena.

Ore 18.00 – Anche l’Atalanta è stata costretta all’isolamento. Il club bergamasco, infatti, ha giocato martedì scorso contro il Valencia, squadra di Ezequiel Garay risultato quest’oggi positivo al COVID-19. I giocatori dovranno restare a casa per i prossimi 7-10 giorni ma nessuno di loro sarà sottoposto, per il momento, al tampone.

Ore 17.53 – Anche il presidente della Liga Javier Tebas, tramite la trasmissione Tiempo de Juego su COPE, si è allineato al pensiero di Gravina: “Sta arrivando una settimana molto importante. Bisogna concludere la Liga”.

Ore 17.40 – “Sia che sarà rinvio sia che sarà slittamento noi ci adatteremo”. Queste le parole di Mancini sull’Europeo. Ha parlato a 90esimo minuto anche Milena Bertolini: “Ci sono cose più importanti del calcio”. (clicca qui)

Ore 16.09 – Il presidente della FIGC Gabriele Gravina è tornato a esprimersi sulla questione Euro2020: “Chiederemo di rimandarlo. Priorità ai campionati nazionali”. (clicca qui)

Ore 15.50 – L’Elche, l’ex squadra di Villar, ha comunicato un caso di positività. Si tratta dell’attaccante Jonathas. (clicca qui)

Ore 12.30 – Altra possibile soluzione per i calendari: l’Europeo spostato in inverno. (clicca qui)

Ore 12.15 – Primo caso di positività nella Liga spagnola: si tratta di Garay, difensore del Valencia compagno di Florenzi. Il club ha comunicato che sono cinque i casi totali in prima squadra. (clicca qui)

Ore 11.45 – Intanto la Roma ha deciso di sospendere gli allenamenti fino a data da destinarsi. (clicca qui)

Ore 11.20 – Arriva anche l’appello di Vincenzo Montella per le donazioni allo Spallanzani di Roma. (clicca qui)

Ore 11 – La Nazionale Italiana scende in campo contro il coronavirus con una campagna di sensibilizzazione: protagonisti giallorossi Nicolò Zaniolo e Manuela Giugliano. (clicca qui)

Ore 10.40 – Anche Gabriel Batistuta esprime solidarietà: “Un abbraccio speciale agli italiani, lì ho amici che stanno soffrendo”. (clicca qui)

Ore 9.45 – Un eventuale annullamento della stagione di Serie A porterebbe a danni tra 600 e 700 milioni, più della metà dei club non potrebbe iscriversi. E ci sarebbero anche conseguenze sul calciomercato, con la svalutazione dei cartellini. (clicca qui)

Ore 9.10 – La priorità di tutti i club della Serie A resta completare la stagione: dal 2 maggio al 30 giugno ci sarebbero 9 weekend più 3 turni infrasettimanali, più 5 caselle per le coppe europee. In caso di impossibilità di portare a termine il campionato, invece, la Roma pensa a un playoff a 12 squadre. (clicca qui)

Ore 8.30 – Lo slittamento della stagione calcistica europea per l’emergenza coronavirus porta con sé anche il nodo dei giocatori in prestito e in scadenza di contratto. La Roma avrebbe le mani legate e potrebbe ‘agire’ solo su Zappacosta. (clicca qui)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy