Roma, mercoledì la ripresa ma aumentano i casi di Coronavirus in A. Proposto Rojo

Roma, mercoledì la ripresa ma aumentano i casi di Coronavirus in A. Proposto Rojo

L’emergenza sanitaria in Italia è totale e nel Lazio c’è bisogno di sangue. Sui social compaiono campagne di sensibilizzazione per le donazioni e anche Daniele De Rossi con la moglie hanno risposto presente

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

“Stiamo a casa, insieme possiamo vincere questa battaglia”, è il leit motiv della lotta al Coronavirus di questi giorni e oggi anche Fonseca ha lanciato questo messaggio attraverso i suoi canali social nonostante i contagi in Serie A non facciano che aumentare. Situazione difficile come testimonia anche Kluivert: “Il club non mi permette di uscire. Tutte le cose normali non si possono fare”Intanto il tecnico portoghese ha sospeso gli allenamenti fino a mercoledì. Annullata dunque la ripresa fissata inizialmente per domani mattina e non è escluso che la Roma possa rimandare ancora perché tutto dipenderà dalla decisione dell’Uefa su quando giocare le partite di Champions ed Europa League. L’Europeo, ormai, sembra destinato a slittare e per questo dalla Lega filtra un primo piano per tornare ad allenarsi a metà aprile. Impossibile farlo già dal 4. L’idea è partire dopo Pasqua per essere in campo il 2 maggio a porte chiuse e terminare il 30 giugno con il pubblico sugli spalti.

MERCATO – Condizionale d’obbligo, sia chiaro. Perché tutto dipende dall’evoluzione della pandemia nei prossimi giorni. Certo terminare il 30 giugno risolverebbe anche un altro problema non di poco conto perché nel caso in cui si giocasse anche a luglio diventerebbero un ostacolo in più tutti quei giocatori in prestito e con scadenza di contratto proprio nell’ultimo giorno di giugno. Anche la Roma sarebbe toccata con Mkhitaryan, Kalinic, Zappacosta e Smalling. Tutto materiale per i giuristi sportivi, mentre Petrachi continua a trattare con lo United per acquistare a titolo definitivo il centrale inglese. Il Manchester non fa un passo indietro e chiede 20 milioni, nel frattempo propone Rojo, difensore argentino, quest’anno in prestito all’Estudiantes. A Trigoria, poi, balena anche l’idea di provare a rinnovare il prestito di Zappacosta, mentre l’agente di Hysaj ha praticamente confermato l’addio al Napoli. “Quasi impossibile che resti” ha detto il procuratore con la Roma sempre alla finestra per il terzino albanese.

COVID_19 – Ci sarà tempo, però, per pensare al mercato. Ora la prima battaglia da sconfiggere è quella del Coronavirus e i contagi in Serie A aumentano. Se la Sampdoria decide di non comunicare più i propri casi positivi, non sono dello stesso avviso i suoi tesserati, basti pensare a Depaoli e Bereszynski che hanno denunciato la malattia attraverso i social. Anche la Fiorentina, dopo l’annuncio di ieri di Vlahovic, ha riscontrato altre positività con Pezzella, Cutrone e il fisioterapista Dainelli. Il Genoa, invece, sospende tutte le attività agonistiche a data da destinarsi, mentre l’arbitro Guida è in autoisolamento dopo aver diretto Juventus-Inter. Insomma è un’emergenza sanitaria vera e propria e la Roma si schiera in prima linea con le campagne social di sensibilizzazione usando i suoi calciatori (Dzeko) per sponsorizzare le donazioni, El Shaarawy anche aiuta l’Italia con mascherine e kit d’emergenza e raccogliendo 50 mila euro per l’Ospedale San Paolo di Savona. Poi ci sono TottiDaniele De Rossi. Non potevano mancare di certo loro. Il primo, insieme a Dash, ha comprato 15 macchinari allo Spallanzani per monitorare i parametri vitali, mentre il secondo, con la moglie Sarah, ha donato il sangue questa mattina al San Camillo perché in questo momento c’è bisogno di tutto e mai come ora l’Italia si sta riscoprendo unita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy