Friedkin cambia la Roma e Totti si avvicina. Fonseca a rischio, avanza Allegri

C’è Rüdiger se Smalling non arriva. Fiorentina su Santon. Dybala torna ad allenarsi in gruppo con la Juventus

di Saverio Grasselli, @save_grasselli

Il giorno dopo la decisione del Giudice Sportivo di infliggere alla Roma la sconfitta a tavolino contro il Verona, impartita a causa dell’inserimento di Diawara nella lista sbagliata consegnata alla Lega, i giallorossi si ritrovano a Trigoria per la terza volta consecutiva in settimana con l’obiettivo di preparare la sfida alla Juventus. Friedkin vuole da subito risolvere le varie turbolenze che minano la tranquillità del club, preparando il terreno alla grande rivoluzione che avverrà ad ottobre: da Paulo Fonseca al direttore sportivo, passando per i vari ruoli nel commerciale e marketing, il nuovo patron giallorosso mette mano al suo giocattolo per far sì che in futuro gli ingranaggi si muovano tutti nella stessa direzione. Nel frattempo, i nuovi proprietari hanno chiesto le responsabilità dettagliate di ogni dirigente nella Roma, anche se a fare le spese per il caso Diawara al momento è stato solo Pantaleo Longo. I tifosi della Roma, nonostante tutto, possono trovare motivo di gioia grazie al doppio indizio che ricongiunge Totti alla Roma: passata l’intervista in cui ha ribadito il concetto di voler “fare cose carine“, oggi la bandiera giallorossa è apparsa a sorpresa a Roma TV, canale ufficiale del club. Per lui è possibile un ruolo da direttore tecnico o da vicepresidente.

 

Calciomercato, contatti indiretti con Allegri. C’è Rüdiger se non arriva Smalling

 

Uno dei temi più caldi, dal momento della sua apertura, rimane poi quello del calciomercato: Dzeko resta a Roma e sarà lui a guidare molto probabilmente la squadra contro la Juventus (che ha recuperato Paulo Dybala). Il bosniaco dovrà prima risolvere i rapporti con Paulo Fonseca, dopo le dichiarazioni pubbliche nel post-Siviglia che sicuramente il tecnico portoghese non avrà apprezzato. Per quanto riguarda la figura dell’allenatore, poi, sono da segnalare i primi contatti indiretti con Massimiliano Allegri: il tecnico ex Milan e Juve potrebbe essere convinto dalla proposta di un ingaggio intorno ai 7,5 milioni.

La trattativa con il Manchester United per Smalling continua, con i giallorossi pronti ad un’altra offerta: i Red Devils non indietreggiano di una virgola sulle richieste (20 milioni più bonus) ma, se i negoziati non dovessero andare bene, la Roma tiene al caldo il piano B. Occhi dunque sull’ex Rüdiger, che potrebbe arrivare in prestito dal Chelsea. Come ogni sessione di mercato, torna in voga il nome di Nacho dal Real Madrid per un posto da difensore centrale. Sulla destra si registra l’interesse della Fiorentina per Santon: i viola vorrebbero portare il terzino ex Inter con la formula del prestito con diritto di riscatto, per una cifra totale che si aggira intorno ai 5 milioni. Si chiude poi la pista che avrebbe portato a Lucas Torreira: l’uruguaiano ha detto sì all’Atletico Madrid, ora Arsenal e spagnoli dovranno trattare. Ai Gunners continua comunque ad interessare Amadou Diawara

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy