Fonseca perde Zaniolo, fuori sei mesi. Torna Perez, ufficiali gli addii di Schick e Kolarov

Fonseca perde Zaniolo, fuori sei mesi. Torna Perez, ufficiali gli addii di Schick e Kolarov

Definita anche l’operazione Schick con le visite mediche del giocatore per il Bayer Leverkusen. In difesa, invece, si lavora ancora al ritorno di Smalling ma l’operazione non si sblocca

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

L’Italia presenta un conto salatissimo alla Roma. Lesione completa del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro per Zaniolo. Questo è il responso dopo la risonanza di questa mattina a Villa Stuart a seguito dell’uscita prematura dal campo di ieri sera nella gara di Nations League contro l’Olanda. Un problema non di poco conto per Fonseca a soli dieci giorni dallo start del campionato e che complica ulteriormente l’inizio della nuova avventura dei Friedkin (attesi nella Capitale nei prossimi giorni). Presto comunque per definire ancora una tabella di marcia, ma per quanto possibile Nicolò cerca di rimanere positivo. Tornerò presto è la promessa sui social. Intanto domani ci sarà l’operazione con il prof. Mariani e nel frattempo compagni di squadra e non solo si stringono attorno al 22 giallorosso per un 2020 decisamente da dimenticare. Da sottolineare i messaggi di auguri del presidente Gravina e del numero uno dello sport italiano, Malagò.

Trigoria si ripopola: ecco i nazionali 

A provare a fare da contraltare al grave infortunio di Zaniolo c’è Carles Perez. Lo spagnolo, attraverso i social, ha annunciato la guarigione dal Covid-19 e di essere pronto a rimettersi a disposizione dell’allenatore per preparare la prossima stagione. Fonseca oggi ha anche potuto riabbracciare alcuni Nazionali di rientro dai rispettivi impegni per un primo allenamento che può iniziare già a fornire delle indicazioni in vista della formazione da schierare il prossimo 19 settembre contro il Verona. Definito anche il calendario della Coppa Italia con l’esordio dei giallorossi previsto agli ottavi tra il 13 e il 20 gennaio 2021. Lazio sorteggiata dallo stesso lato del tabellone e dunque sarà impossibile un derby in finale, dove  invece la Roma potrebbe incrociare la Juventus. 

Schick e Kolarov salutano, la Roma non molla Smalling 

Con i bianconeri poi bisognerà capire il futuro di Dzeko. Fienga è stato chiaro: “Edin sarà il nostro capitano fin quando lo vorrà”. Uno scarico di responsabilità legato in gran parte alla chiusura dell’affare Suarez con la società di Agnelli. Dovesse arrivare l’attaccante blaugrana, salirebbero vertiginosamente le quotazioni di una permanenza del bosniaco che intanto deve salutare uno dei compagni a cui era più legato. Stiamo parlando di Kolarov, il quale ha firmato oggi con l’Inter a fronte di un corrispettivo di 1,5 milioni di euro come indennizzo per la Roma. Chiusa anche l’operazione Schick. Dopo le visite mediche, ufficiale il passaggio al Bayer Leverkusen, mentre in entrata si continua a lavorare al ritorno di Smalling ma la trattativa è tutt’altro che semplice. Per la difesa, visto l’addio di Kolarov, piace anche Boli Bolingoli-Mombo del Celtic con contatti andati in scena già nella giornata odierna. Saltato, invece, l’approdo di Karsdorp all’Atalanta che ha chiuso per Piccini del Valencia sulla corsia di destra. Telenovela finita per Riccardi, in prestito al Pescara.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy