Smalling al bivio: “Tornerò al Manchester più forte”, ma la Roma studia il riscatto. Jesus, falso allarme

Smalling al bivio: “Tornerò al Manchester più forte”, ma la Roma studia il riscatto. Jesus, falso allarme

Il centrale inglese sta convincendo la dirigenza giallorossa, Petrachi lavora per trattenerlo. Il difensore brasiliano, invece, tornerà in gruppo domani in vista della sfida di sabato col Napoli

di Redazione, @forzaroma

Finalmente la Roma di Paulo Fonseca. Soprattutto perché il tecnico portoghese è riuscito a trasmettere il suo spirito da guerriero alla squadra. Una vittoria di carattere”, ha sottolineato l’allenatore giallorosso. Soprattutto dopo l’espulsione di Fazio, ennesimo episodio controverso al Var della stagione romanista, che ha fatto ‘esplodere’ la reazione di Ruggero Rizzitelli. L’ex giocatore giallorosso si è difeso dopo le parole di ieri sera a caldo: “Non ho offeso nessuno, ma se la Roma mi sospende mi toglie la vita”. Contro l’Udinese è arrivata la prima gioia con la maglia della Roma per Chris Smalling, che oggi è stato al centro di alcune voci di mercato. Il direttore sportivo Petrachi ha incontrato ieri  la dirigenza del Manchester United per trovare un accordo sull’acquisto definitivo del difensore, il cui prestito scade a giugno 2020. La dirigenza del club inglese chiederebbe una cifra vicina ai 20 milioni di euro per il suo cartellino. Il difensore ha rilasciato una lunga intervista al ‘The Athletic’: “La Roma è una sfida che mi è subito piaciuta, qui posso giocare 40-50 partite, il doppio di quanto avrei giocato allo United. Ho parlato con Fonseca, mi ha detto che aveva bisogno di un centrale con gli attributi. Qui il calcio è diverso, sarò un giocatore migliore quando tornerò al Manchester”.

GIOVENTU’ AL POTERE – Protagonisti della sfida contro l’Udinese nella decima giornata di campionato sono stati Nicolò Zaniolo e Justin Kluivert. I giocatori giallorossi, entrambi classe 1999, non solo hanno scritto il loro nome nel tabellino dei marcatori della partita ma hanno fornito una prestazione di grande intensità e intelligenza, sbagliando pochissime scelte. A Udine il centrocampista italiano ha trovato il decimo gol con la maglia giallorossa, il terzo consecutivo e il primo in trasferta, lontano dall’Olimpico. E’ diventato, inoltre, il quinto calciatore più giovane nella storia del club capitolino ad andare in doppia cifra all’età di 20 anni e 120 giorni. Meglio di lui in giallorosso hanno fatto solamente Totti, Amadei, Bacci e Di Benedetto. L’attaccante olandese ha superato le 2 reti dello scorso anno (è già a 3). Dato interessante è che l’Udinese è la prima squadra di Serie A a cui hanno segnato sia lui, ieri, sia suo padre Patrick, ben 22 anni fa. Nicolò e Justin il futuro, ma anche il presente, della Roma.

ROMA-NAPOLI -La squadra guidata da Fonseca è tornata subito in campo dopo il poker rifilato all’Udinese questa mattina per preparare l’undicesima giornata di Serie A, sabato alle 15 contro il Napoli. Juan Jesus ha smaltito l’affaticamento muscolare che lo ha tenuto fermo in questi giorni e il suo rientro in gruppo è previsto per domani. I giallorossi scenderanno in campo da quarti in classifica: non accadeva dall’ultima giornata del campionato 2017/18, concluso dai giallorossi al terzo posto. Non prenderanno parte al match dell’Olimpico Federico Fazio e Carlo Ancelotti, espulsi dai direttori di gara nella decima giornata di campionato. La squadra dell’allenatore emiliano dovrà fare a meno anche di Allan, perno del centrocampo azzurro, uscito anzitempo nel match contro l’Atalanta.

Matteo Falanesca

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy