Rinnovo a Zaniolo, la permanenza di Smalling e difesa a 3: ecco le mosse della Roma per il futuro

Rinnovo a Zaniolo, la permanenza di Smalling e difesa a 3: ecco le mosse della Roma per il futuro

Il club sta studiando un piano per non arrendersi a un eventuale cessione del suo talento migliore. Serviranno diverse plusvalenze e non è esclusa la permanenza di Pellegrini sul quale c’è anche l’interesse del Psg

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

Non c’è due senza tre. La Roma dopo le vittorie con Parma e Brescia, vuole replicare anche mercoledì sera contro il Verona e Zaniolo è sicuro: “Se giochiamo come sabato possiamo vincere, senza dubbio”. Per farlo Fonseca si affiderà ancora alla difesa a 3 che negli ultimi 180 minuti ha regalato maggior stabilità alla squadra. Tra Ibanez e Mancini, in attesa del recupero di Smalling, tornerà Cristante dopo aver scontato il turno di squalifica. Un altro ritorno importante sarà quello di Mkhitaryan dietro a Edin Dzeko. Il nuovo sistema adottato dal tecnico, infatti, esalta le caratteristiche dei trequartisti, mentre boccia quelle degli esterni. A farne le spese sono stati soprattutto Under e Kluivert. Post lockdown hanno avuto pochissime chance e con il ritorno di Zaniolo a pieno regime le occasioni da giocarsi potrebbero ridursi ulteriormente.

Da Zaniolo a Smalling, parte il piano rinnovi

Fonseca comunque non rischierà di accelerare il recupero di Nicolò bruciando le tappe. L’obiettivo del ragazzo, ma anche del club, è di averlo al 100% o quasi per la ripresa dell’Europa League ad agosto. Contestualmente la dirigenza lavora anche al rinnovo del ragazzo. La volontà da parte del calciatore è di rimanere nella Capitale e la società ha bene in mente cosa fare per evitare di doverlo cedere a fronte di una cospicua plusvalenza. Le operazioni per aggiustare il bilancio, infatti, dovranno essere altre. Da Under a Kluivert, passando per i tanti prestiti di ritorno come Karsdorp, Florenzi e Schick. Servirà dunque che il domino giallorosso si incastri nella sua completezza per trattenere Zaniolo perché poi come ricordano i bookmakers, la Juventus è sempre alla finestra e la cessione al club bianconero viene pagata 4,50 volte la posta giocata. L’altro nodo in casa Roma, invece, è la permanenza di Smalling. Radio mercato parla di passi in avanti nella trattativa con lo United, ma mancherebbe ancora l’accordo definitivo tra i club, con i giallorossi che sperano di poter contare sul pressing del giocatore sul Manchester.

Pellegrini e il centravanti: ecco le altre mosse sul mercato giallorosso 

L’estate poi riserverà un occhio di riguardo anche alla situazione di Pellegrini. Il Psg di Tuchel lo segue da tempo e Leonardo è pronto a stringere dopo i contatti degli ultimi mesi. Il dirigente brasiliano ha intenzione di sfruttare la clausola rescissoria da 30 milioni valida per il mese di luglio e pagabile in due rate, mentre la Roma dovrà aspettare la fine del campionato prima di poter imbastire una vera e propria trattativa per il rinnovo del sette giallorosso. Attenzione anche alla situazione del centravanti perché non si fermano neanche le voci di un possibile addio di Edin Dzeko. Il calciatore sarebbe finito sulla lista di Paratici per rafforzare il pacchetto offensivo. La scelta della Juventus potrebbe ricadere su di lui o Milik, ma a propendere dalla parte del polacco c’è sicuramente l’età. Fattore che la Roma aveva considerato anche nel momento della ricerca del vice Dzeko. Prima della sospensione di Petrachi, il club aveva parlato con il Talleres di Bustos. Ora è tutto in stand by, mentre nei giorni scorsi il Milan si sarebbe inserito sul giocatore incontrando l’entourage nel suo quartier generale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy