Rebus Roma: Mihajlovic si allontana, sale Fonseca. Casting per la porta, Kolarov verso l’Inter

Rebus Roma: Mihajlovic si allontana, sale Fonseca. Casting per la porta, Kolarov verso l’Inter

La prossima settimana sarà decisiva per il nome del tecnico. Prosinecki spinge Dzeko in nerazzurro e con lui può finire anche il serbo. Idea Perotti per l’Atalanta

di Redazione, @forzaroma

Senza allenatore, senza direttore sportivo (solo ufficialmente però, perché Petrachi già sta lavorando per la Roma) e con le ombre di mercato sui suoi migliori giocatori. Non è iniziato nel migliore dei modi il mese di giugno per i giallorossi. E se potessero scegliere, i tifosi cancellerebbero senza dubbio maggio dal calendario, avendo salutato in rapida serie Champions League e Daniele De Rossi, con polemiche annesse. Ieri Pallotta ha provato a metterci una pezza rilanciando le ambizioni del club, che nei prossimi giorni risolverà più di un rebus.

GUIDA TECNICAPetrachi sarà ufficializzato come nuovo direttore sportivo e ad inizio settimana è probabile che verrà anche presa una decisione definitiva sull’allenatore: Mihajlovic piaceva al d.s. ormai ex Torino e anche a Totti, ma nelle ultime ore la sua pista si è raffreddata vista anche la reazione della piazza e si va verso l’esclusioneFonseca invece è spinto più dall’anima di Londra con Baldini. Restano in lizza anche Gattuso (per il quale c’era l’ipotesi Lazio prima della notizia del rinnovo di contratto con Inzaghi) e De Zerbi. Sullo sfondo Sarri, destinato alla Juventus ma che i tifosi giallorossi hanno scelto come preferito nel nostro sondaggio. Nelle scorse settimane si era parlato anche di Benitez, che oggi ha aperto ad un ritorno anche in Italia. La buona notizia per il prossimo allenatore può arrivare… dal Milan: il club rossonero può arrivare a trattare un accordo con l’Uefa per il pareggio di bilancio, saltando la prossima stagione di Europa League: così verrebbe ripescato il Torino e mandata la Roma direttamente ai gironi, evitando i preliminari di fine luglio.

Caricamento sondaggio...

PARTENZE – Chiunque siederà sulla panchina, dovrà fare a meno di Dzeko (del quale ha parlato anche il commissario tecnico Prosinecki in ottica Inter) e di Kolarov: entrambi possono finire in nerazzurro, con Conte che spinge per avere innesti che abbiano esperienza in Italia e internazionale. Perotti piace all’Atalanta, mentre chi non partirà è Justin Kluivert. L’olandese ha parlato dopo la vittoria sul Messico per 5-1 con la sua Under 21: “Alla mia stagione do un 6. Poteva andare meglio, ma sono comunque contento perché per il primo anno ci stanno gli alti e bassi. Non vedo l’ora di ricominciare perché so come migliorare. Rimpianto Ajax? Loro hanno fatto benissimo, ma io ho fatto una scelta di cuore come ho sempre fatto e come continuerò a fare”.

MADE IN ITALY – Il prossimo portiere della Roma sarà italiano: Cragno, Sirigu e Perin sono i tre nomi su cui si sta concentrando la dirigenza per sostituire Olsen, mentre Dragowski è diretto in Inghilterra al Southampton. Dovrebbe restare Zaniolo, di cui ha parlato benissimo il c.t. Mancini e anche il terzio Dimarco in Under 21. Di Francesco può tornare in panchina alla Sampdoria in caso di addio con Giampaolo, mentre in casa Fiorentina si tratta la cessione del club. Infine notizia choc dalla Spagna: è morto in un incidente stradale Reyes, ex Siviglia, Arsenal e Atletico Madrid.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy