La Roma sorride: Ibanez lavora in gruppo e vede lo Shakhtar. In attacco ancora Mayoral

Intanto il responsabile scouting degli ucraini Boto spende parole al miele per Fonseca. Tanti giallorossi nella top 11 del campionato, ma per i bookmakers non sarà Champions League

di Iacopo Erba

Una sfida diversa dalle altre. Tra rievocazioni del passato e curiose coincidenze, sono tanti gli spunti di interesse regalati dalla sfida tra Roma e Shakhtar Donetsk di giovedì. La gara di andata degli ottavi di finale di Europa League non sarà certamente una partita come le altre per Fonseca, che ha allenato e vinto proprio con gli ucraini lasciando un ottimo ricordo.

Ad incensare le qualità del tecnico giallorosso anche il responsabile scouting avversario Josè Boto, seguito in estate proprio dai Friedkin prima dell’arrivo di Tiago Pinto. Una gara, insomma, che presenta una forte identità lusitana da una parte e dall’altra. Ad aggiungersi alla rappresentanza portoghese anche il direttore di gara: a fischiare a Kiev sarà infatti Artur Dias.

Lapresse

Giovedì in attacco ancora Mayoral. Ibanez verso la convocazione

 

A Trigoria, dove a breve si osserveranno con attenzione le qualità del giovane in prova Heffernan, le buone notizie per la Roma arrivano dall’infermeria. Ibanez ha finalmente svolto parte della seduta in gruppo assieme al resto dei compagni e viaggia spedito verso la prima convocazione dall’infortunio muscolare che lo ha tenuto ai box nelle ultime gare. Nell’undici titolare Fonseca, sulla falsa riga delle ultime gare, si affiderà invece ancora a Borja Mayoral.

Nella formazione anti Shakhtar, alle spalle dell’attaccante spagnolo, si ricomporrà la trequarti titolare Pellegrini-Mkhitaryan, tra i primi nomi nella lista di Tiago Pinto per i rinnovi di contratto. Il club ucraino ha “risposto” invece oggi sul campo con una seduta incentrata sui calci piazzati. A lanciare la sfida ai giallorossi ci ha pensato Vitao: “Abbiamo studiato la Roma, metteremo in mostra il nostro miglior calcio”.

LaPresse

Serie A, tanta Roma nella top del weekend. Ma per la Champions c’è sfiducia da parte dei bookmakers

 

Per un’Europa League da onorare, un percorso in Serie A sempre più difficile vista la lotta serrata per un piazzamento nella prossima Champions. Nonostante la prova convincente di tanti giallorossi nella gara con il Genoa, premiata con l’inserimento nella top 11 settimanale del campionato, gli scommettitori non vedono la Roma in grado di arrivare tra le prime 4 a fine anno.

Domenica prossima Fonseca e i suoi si presenteranno al Tardini per affrontare un Parma privo di Kucka e dell’allenatore D’Aversa, fermati entrambi dal Giudice Sportivo. Molto probabile l’impiego di Spinazzola, che intanto oggi è stato protagonista nel progetto “A Scuola di Tifo Willy Monteiro”. Difficile invece una riconferma dal primo minuto di El Shaarawy, a cui è forse legata la notizia più bella della giornata: grazie al video dell’annuncio dell’ufficialità del suo ritorno in giallorosso è stato ritrovato un altro bambino scomparso.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy