Ecco la nuova Roma: Petrachi si dimette. L’ultima di De Rossi con la nuova maglia, rebus Zaniolo

Ecco la nuova Roma: Petrachi si dimette. L’ultima di De Rossi con la nuova maglia, rebus Zaniolo

Il dirigente salentino ha rassegnato le dimissioni da ds del Torino, sul mercato sogno Barella. Febbre De Rossi, mentre al via le riprese per il docu-film sull’ex capitano

di Francesco Iucca, @francescoiucca

Terzultimo allenamento con la maglia della Roma per Daniele De Rossi. Sentirlo fa un certo effetto, ma contro il Parma oltre al campionato per i giallorossi si chiuderà un’era. Oggi il capitano ha svolto un lavoro individuale programmato, mentre Manolas e Zaniolo sono tornati a correre in gruppo. De Rossi (a cui i tifosi hanno dedicato un altro striscione e un murale) con ogni probabilità scenderà in campo nella sua ultima partita allo Stadio Olimpico al fianco di Cristante, con Mazzoleni designato per dirigere la gara (con lui precedenti positivi). I tifosi romanisti si apprestano a vivere una serata molto particolare, tra l’emozione per l’addio del loro ultimo punto di riferimento e la rabbia nei confronti della società. Tanta l’affluenza di pubblico e per questo i cancelli dello stadio saranno aperti dalle 18. Non solo, contro il Parma la Roma scenderà in campo con la nuova maglia, quella che i giallorossi indosseranno in casa nelle partite della prossima stagione. Il nuovo ‘Home Kit’ è già in vendita negli store ufficiali.

MERCATO – Intanto continua a prendere forma la Roma della prossima stagione e del futuro. E a guidare la rivoluzione tecnica sarà Gianluca Petrachi, ormai ex ds del Torino: il dirigente salentino, infatti, ieri avrebbe rassegnato le dimissioni da tesserato granata. Come indennizzo, però, Urbano Cairo vorrebbe in cambio il cartellino di Gianmarco Cangiano, talento della Primavera romanista. In panchina, invece, dovrebbe sedere Gian Piero Gasperini, che ha già l’accordo con la Roma. Non solo, in casa Atalanta piacciono anche altri tre giocatori, che il tecnico di Grugliasco potrebbe portare con sé a Trigoria: Zapata, Palomino e Gosens. Intanto la dirigenza capitolina deve fare attenzione alla concorrenza del Milan, che potrebbe godere della preferenza di Gasperini.

Nei progetti della Roma per l’allenatore piemontese ci sarebbe anche il sogno Barella (ma senza perdere Pellegrini), stellina del Cagliari che potrebbe arrivare grazie a Defrel, molto gradito ai sardi. La Juventus, invece, continua a pensare con insistenza a Zaniolo (ed El Shaarawy), vero obiettivo per il centrocampo dei bianconeri che in cambio potrebbero offrire Perin e Rugani. Lo stesso talento giallorosso ha lanciato qualche ombra sul suo futuro. L’occasione è stata la brutta avventura capitata alla mamma Francesca, rapinata questa mattina di contanti e oggetti preziosi da due persone. “Poi non lamentatevi”, ha scritto Nicolò su Instagram. Poche parole che hanno alimentato i dubbi sulla sua permanenza, a rischio soprattutto visti i problemi sul rinnovo e la corte spietata delle big europee, tra cui anche il Manchester City.

LE ALTRE NEWS – Intanto sono cominciate questa mattina le riprese del docu-film che racconterà la vita di Francesco Totti. Prima tappa, come da copione, è stata via Vetulonia, il luogo dove la bandiera romanista è cresciuto e dal quale parte il suo racconto (sarà la voce narrante). Chiuse al traffico una parte di via Vetulonia e via Lusitania, con la security ben attenta a tenere a distanza le decine di curiosi che si sono avvicinati. “Chi lo interpreta probabilmente non saprà neppure giocare a calcio. C’è qualcosa di falso. Bisogna fare un bel documentario, ma con lui che fa da Cicerone, che fa da Virgilio e racconta la sua ascesa”, le parole di Carlo Verdone. Il noto attore e tifoso romanista ha commentato anche con durezza il trattamento riservato a De Rossi: “È l’ultimo baluardo romano e romanista, non può essere scartato in modo così frettoloso, con un tweet. La Roma anno dopo anno è stata smontata in maniera subdola“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy