De Rossi shock: “Lascio il calcio giocato”. Totti, ‘like’ galeotto: giallo social con Florenzi

De Rossi shock: “Lascio il calcio giocato”. Totti, ‘like’ galeotto: giallo social con Florenzi

L’ex centrocampista del Boca aggiunge: “Ora vorrei fare l’allenatore”. Lo storico numero 10 si lascia scappare un ‘mi piace’ di troppo. Mercato, Smalling si avvicina e lo United punta Under

di Francesco Iucca, @francescoiucca

La Roma si lecca le ferite dopo la brutta sconfitta di ieri sera contro il Torino, che ha visto la prestazione sottotono di diversi uomini chiave. In particolare è emersa la poca lucidità e precisione davanti alla porta, con appena 7 tiri in porta sui 31 totali e l’astinenza da Dzeko che è comunque pesata, come testimoniato dai numeri. Soprattutto i tifosi, però, se la sono presa con la direzione di gara di Marco Di Bello e la gestione dei cartellini: ai giallorossi ben 5 ammonizioni su 10 falli commessi. Proteste anche sul gol di Belotti arrivato oltre l’extra-time e il secondo giallo non estratto ai danni di Izzo: l’ex arbitro Marelli, però, scagiona il fischietto pugliese per entrambe le situazioni.

SORPRESA DE ROSSI – La giornata romanista, però, è stata scossa soprattutto dalla vicenda legata a Daniele De Rossi. Il centrocampista del Boca Juniors ha abbandonato anzitempo l’allenamento odierno lasciando il centro sportivo degli xeneizes. Qualche ora dopo era con il presidente Ameal in conferenza stampa a spiegare le motivazioni del suo addio al calcio. “Nessun problema con la mia famiglia, sento solo il bisogno di tornare a casa” dice l’ex capitano della Roma. Poi aggiunge sul suo futuro: Mi ritiro, ma continuerò a lavorare nel calcio. Vorrei fare l’allenatore. Una parte del suo cuore, però, resterà sempre in Argentina: “Non avrei mai pensato che avrei potuto amare così tanto un club che non fosse la Roma”. Una scelta che ha lasciato a bocca aperta molti dei suoi ex compagni, a partire da Radja Nainggolan: “L’avevo sentito una settimana fa, mi aveva detto degli infortuni ma che aveva voglia di giocare. Mi sembra una notizia strana, ho sentito di problemi personali ma non so tutta la sua vita. Sarà allenatore prima o poi”. Stupito anche Pablo Osvaldo:Ieri ho parlato con luiMi ha detto che si sarebbe ritirato e sono rimasto sorpreso, è una grande tristezza non vederlo più in campo”. Anche Claudio Ranieri ha espresso la sua: “De Rossi è stato un punto di riferimento importante, lui e Totti sono stati l’anima della squadra e dei tifosi. Due uomini veri, leali e sinceri”.

MERCATO – Al centro del mondo Roma anche il calciomercato, sia in uscita che in entrata. Oltre a Nzonzi, il Galatasaray vorrebbe anche Mert Cetin, chiesto in prestito. Con lo United c’è in ballo l’affare Smalling, per cui la distanza si sta assottigliando sempre di più. Ai ‘Red Devils’ piace anche Under, valutato 40 milioni di euro: in caso di addio del turco Petrachi virerebbe su Politano. Per il numero 17 giallorosso, però, ci sono altri interessamenti in Premier con Tottenham ed Everton pronti a darsi battaglia. Per Nzonzi, invece, si va verso l’addio anticipato al Galatasaray: sul francese gli occhi di West Ham e lo stesso Everton. Il tecnico dei turchi Terim ha però frenato: “Avrebbe dovuto chiedere scusa ai suoi compagni, non a me. Rescissione del contratto? Perché dovremmo farlo proprio ora? Non esiste“.

GIALLO TOTTI-FLORENZI – Infine un altro episodio che ha catalizzato le attenzioni del mondo romanista, quello tra Totti e Florenzi. L’ex numero giallorosso si è lasciato scappare un ‘like’ su Instagram al commento di un tifoso contro l’attuale capitano. Un gesto che ha fatto molto discutere, ma che lo stesso Totti ha voluto smentire: “Non ho mai messo quel ‘like’, ho profonda stima di Florenzi come amico e giocatore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy