Ripresa ufficiale per tre club, via libera anche per la Roma. Pellegrini: “Ripartiamo per essere vicini ai tifosi”

La Serie A riaccende il motore: le Regioni danno l’ok a Roma, Napoli, Sassuolo, Parma, Bologna e Cagliari per gli allenamenti dalla prossima settimana

di Edoardo Bandini

La Serie A si prepara a riaccendere il motore. Nella giornata di oggi infatti diverse squadre hanno avuto il via libera dalle rispettive Regioni per tornare ad allenarsi nei propri centri sportivi da lunedì, giorno in cui inizierà ufficialmente la “Fase 2”. Il Napoli è stato tra i primi club ad avere l’ok, dopo qualche ora l’hanno seguito Cagliari, Sassuolo, Parma e Bologna. In serata anche la Roma ha avuto il consenso dalla Regione Lazio per potersi tornare ad allenare dalla prossima settimana. La squadra di Fonseca quindi tra pochi giorni tornerà a riempire Trigoria. Il preparatore atletico giallorosso, Nuno Romano, nel frattempo ha già in testa il piano per la ripresa degli allenamenti: “Ci sarà bisogno di grandi carichi per portare i calciatori nelle migliori condizioni fisiche possibili. Pronti a ripartire con mini gruppi ed un lavoro più specifico di corsa e fitness, senza mettere in contatto gli atleti”. Infine per Lorenzo Pellegrini la ripresa del campionato è fondamentale: “Per ripartire tutti insieme deve farlo anche il calcio, per piccoli step. Riprendere il campionato e gli allenamenti sarebbe un modo per essere vicini ai nostri tifosi visto il momento difficile in cui devono restare a casa“. A tal proposito ci sono due date per chiudere il campionato: ripartenza il 13 o 20 giugno. Infine il ds della Juve Fabio Paratici rivela: “C‘è una possibilità che nella stagione 2020-21 si riparta con le stesse rose di quest’anno“.

MERCATO ED ALTRO – Nel frattempo Gianluca Petrachi continua a monitorare il calciomercato e nelle ultime ore sarebbe spuntato un nuovo nome sul suo taccuino. In estate infatti può tornare di moda Alexis Sanchez. Il cileno può giocare con Dzeko o esterno, ma servirà uno sforzo sull’ingaggio per rientrare nei parametri del club. L’obiettivo principale del mercato della Roma però sarà quello di incidere ancora di più sul taglio degli ingaggi: il ds giallorosso infatti avrà l’arduo compito di liberarsi di un esercito formato da ben 15 giocatori. Tra questi c’è anche Cengiz Under, il pupillo di Mircea Lucescu: “Ha tanta qualità ma tutto dipenderà da come i vari allenatori lo gestiranno, gli devono spiegare i movimenti da fare e dare le giuste direttive. Diventerà un top player“. Infine James Pallotta in queste ore è stato impegnato con una causa legale. Alcuni membri di minoranza hanno realizzato una class action contro il presidente del club giallorosso, il motivo? Il tycoon americano vorrebbe estromettere i piccoli investitori dalla cessione della società a Dan Friedkin. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy