Mercato, finale senza colpi. Fonseca chiude con Florenzi: “Addio scelta sua”

Mercato, finale senza colpi. Fonseca chiude con Florenzi: “Addio scelta sua”

Il tecnico: “Alessandro voleva giocare, io non potevo garantirglielo”. Jesus rimane fuori dai convocati per Sassuolo, ma la Roma non chiude per la cessione. Nzonzi passa al Rennes. Pellegrini avverte: “E’ ora di segnare qualche gol in più”

di Valerio Salviani, @vale_salviani

La Roma chiude il mercato di gennaio con tre colpi in arrivo e due cessioni. Entrano Perez, Villar e Ibanez, partono Antonucci e Florenzi. L’ex capitano è stato inevitabilmente l’argomento principale della conferenza stampa di Fonseca, alla vigilia del match col Sassuolo. Il tecnico ha però chiarito i motivi di questo addio: “Lui vuole giocare di più, ma non posso prometterlo per nessun giocatore. Ha avuto questa possibilità ed è andato per volontà propria”. Poi sul loro rapporto: “E’ una persona con la quale sono stato sempre bene, un rapporto da capitano. Un gran professionista. Ho ammirato il suo atteggiamento”.

MERCATO – Florenzi intanto ha già ottenuto la prima convocazione con il suo nuovo club. Il Valencia domani giocherà al Mestalla contro il Celta Vigo e sarà presente anche l’ex giallorosso. Sono venuto per fare bene e dare il cento per cento. Spero in un trofeo” le prime parole di Florenzi da “pipistrello”, in attesa della conferenza stampa di presentazione. Poteva lasciare la Roma anche Jesus, rimasto fuori dai convocati per Sassuolo perché al centro di trattative di mercato. Alla fine il brasiliano non ha trovato una soluzione che lo potesse accontentare. Resterà quindi a Trigoria, ai margini del progetto tecnico. Per fare spazio tra i centrali di difesa (sono ben sei) Petrachi aveva pensato di mandare Cetin in prestito, ma Fonseca ha preferito bloccare sul nascere ogni trattativa per il turco, trattenendolo nella capitale. Prima convocazione per i tre nuovi. Ufficiale l’addio di Sadiq, riscattato dal Partizan, e il passaggio di Nzonzi al Rennes.

ALTRE – L’attualità più stretta ci dice che la Roma domani dovrà sfidare il Sassuolo, su un campo dove non è mai stata sconfitta. Fonseca, orientato a preferire di nuovo Spinazzola a Kolarov, spera di aver trovato la soluzione alla crisi di gol della sua squadra. Un discorso affrontato anche da Lorenzo Pellegrini: “E’ vero, dobbiamo segnare di più. Io per primo. Il Sassuolo gioca bene”. Il tecnico degli emiliani De Zerbi ha svelato il ritorno tra i convocati di Defrel e ha aggiunto: “La Roma è una squadra forte e che gioca un calcio particolare e dobbiamo porre attenzione a quello, cercando di fare la partita con coraggio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy