Roma, ok agli allenamenti di squadra. Totti: “La Lazio non esiste”. Serie A, si decide il 28 maggio

Smentito l’interesse dei Seattle Sanders per Pastore. L’architetto del progetto Tor di Valle: “Pallotta ormai disilluso”

di Saverio Grasselli, @save_grasselli

Secondo giorno di Trigoria nella settimana d’allenamenti della Roma. Le note positive per la società arrivano direttamente dalla squadra, a cui sarà possibile tornare all’attività collettiva senza il discusso maxi-ritiro, in vista di una possibile ripresa del campionato. E Zaniolo scalpita: le condizioni del numero 22 giallorosso migliorano giorno dopo giorno, lui corre e tiene bene sui cambi di direzione. Il suo rientro si prospetta per luglio. Per lo sprint finale (e i tifosi sperano anche per il futuro), Henrikh Mkhitaryan vuole continuare a dare il suo contributo alla causa giallorossa: Sarebbe bello restare”, ha dichiarato l’armeno nonostante sia ancora di proprietà dell’Arsenal.
Futuro. Quella parola che al momento tiene sulle spine Pallotta: l’americano ha visto l’indebitamento finanziario netto salire a 278,5 milioni, evidenziando un significativo deterioramento della situazione economica, finanziaria e patrimoniale del gruppo. Da qui le note negative per l’imprenditore di Boston, che nella Roma ha investito una grossa parte del suo capitale personale. La melodia non migliora se si ragiona in ottica nuovo stadio. L’architetto del progetto di Tor di Valle, Dan Meis, ha infatti dichiarato: “Sono sicuro che ormai Pallotta sia disilluso. Il progetto rimane prezioso anche per i futuri investitori”.

Il calciomercato della Roma, la cessione di Schick e il futuro di Pastore

In un momento in cui la liquidità serve come l’ossigeno, c’è da riuscire a piazzare colpi nel mercato in uscita e liberarsi delle zavorre. Schick non ha nessuna intenzione di tornare e la stretta di mano tra Roma e Lipsia può arrivare intorno ai 24 milioni. Si continua poi a cercare un’altra casa per Javier Pastore (che al momento percepisce il secondo stipendio più alto dopo Edin Dzeko): secondo le ultime indiscrezioni, i Seattle Sanders sono i pressing sul trequartista argentino, nonostante le smentite del suo agente. In ottica arrivi, Fonseca chiede quattro innesti per la prossima stagione e i nomi di Pedro e Vertonghen sono da tempo sul taccuino del diesse Petrachi. A fare ritorno a Trigoria, in estate, ci sarà poi Rick Karsdorp, che vorrebbe una seconda chance, nonostante il tecnico portoghese lo abbia già bocciato all’inizio dello scorso anno. Su un retroscena di mercato passato torna invece Totti, che ricorda come la Lazio lo abbia chiesto all’epoca delle giovanili: “Ho scelto la Roma. La Lazio non esiste”.

Via libera agli allenamenti di squadra. Serie A, il 28 maggio si decide per la ripartenza

Step by step, la Serie A comincia a vedere la luce in fondo al tunnel. Il comitato tecnico scientifico, infatti, ha deciso oggi di allentare le tenaglie dopo le modifiche del protocollo sanitario da parte della Figc: via libera agli allenamenti collettivi senza dover rinchiudere il Gruppo Squadra in clausura, nel maxi ritiro blindato che tanto aveva creato rumors interni ai club della Lega. Misura che tuttavia rimarrà vigile e attuabile in alcuni casi di nuove positività. Segnali incoraggianti arrivano anche per quanto riguarda la ripresa del campionato: il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, ha dichiarato che “se i contagi scenderanno ancora, verrà confermata la data del 13 giugno per la ripartenza”. Si attende ora il 28 maggio per la riunione con Gravina e Dal Pino, al momento ultima scadenza per arrivare ad una decisione definitiva. In ottica europea Ceferin, presidente della Uefa, informa che la data del 3 agosto per il ritorno delle coppe è solo una raccomandazione.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy