Fonseca: “Con il Parma non cambierò”. E Spinazzola torna tra i convocati

Fonseca: “Con il Parma non cambierò”. E Spinazzola torna tra i convocati

Il tecnico giallorosso confermerà contro i gialloblu gli undici delle ultime partite. Il terzino recupera e ci sarà nella trasferta di domani. Anche D’Aversa ha parlato in conferenza: “Affronteremo una squadra forte e completa”

di Redazione, @forzaroma

Una sconfitta come quella subita dalla Roma contro il Borussia Mönchengladbach porta dietro di sé rimpianti e delusione. Il rischio che queste sensazioni influenzino negativamente le gare successive c’è eccome e mister Fonseca lo sa benissimo. “Abbiamo perso e quando è così la squadra deve sentire che bisogna lottare di più per fare meglio nella prossima partita. Il gruppo ha fiducia” così si è espresso, nel pomeriggio, l’allenatore portoghese nella conferenza stampa di vigilia del match tra la Roma e il Parma. Il tecnico giallorosso, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha dato alcune indicazioni sulla formazione che scenderà in campo domani al Tardini: “E’ vero che abbiamo giocato molte partite in questi giorni, ma non cambierò molto per la partita con il Parma. Diawara non è pronto per fare 90 minuti, Mancini giocherà in mediana”. Pronto è invece Leonardo Spinazzola, che dopo aver pienamente recuperato dall’affaticamento muscolare che lo aveva costretto a saltare la trasferta di Europa League, è stato inserito nella lista dei convocati per il Parma. E’ quindi sceso in campo con il resto della squadra al Mapei Stadium per la rifinitura, tenutasi questa mattina alle ore 10.

QUI PARMA – Giornata di conferenza stampa anche per Roberto D’Aversa. L’allenatore dei ducali ha analizzato da un punto di vista tattico la squadra giallorossa, rivolgendo a Fonseca numerosi complimenti: “In fase di costruzione ti danno pochi riferimenti. Non è una partita semplice, hanno un allenatore molto bravo che fa giocare bene al calcio”. Al termine della seduta d’allenamento a porte chiuse il Parma ha diramato la lista dei convocati per la gara di domani alle 18 contro la Roma: assenti Karamoh per lesione parziale del legamento collaterale laterale destro, Grassi e Inglese. Recuperati Bruno Alves e Cornelius, con quest’ultimo che potrebbe partire dal primo minuto.

SOSTA PER LE NAZIONALI – La dodicesima giornata di Serie A precede la terza sosta stagionale, durante la quale si scenderà in campo per gli incontri internazionali valevoli per la qualificazione ad Euro 2020. Tra i giallorossi impegnati nelle rispettive nazionali ci sarà Aleksandar Kolarov, convocato dal ct della Serbia Tumbakovic. Il terzino ex Manchester City affronterà il Lussemburgo e l’Ucraina, rispettivamente il 14 e 17 novembre. Lunedì 11 a Coverciano si radunerà anche la Nazionale italiana, che affronterà la Bosnia (venerdì 15 a Zenica) e l’Armenia (lunedì 18 novembre a Palermo). Tra i convocati del ct Mancini 4 vestono la maglia romanista: Gianluca Mancini, Leonardo Spinazzola, Nicolò Zaniolo e Alessandro Florenzi. Il capitano giallorosso, nonostante le cinque panchine di seguito con la Roma, ha ricevuto la chiamata di Mancini per il doppio impegno azzurro.

ZANIOLO – Al Tardini un solo imperativo: vincere. Vincere per voltare subito pagina e per restare saldi al terzo posto. Uno dei giocatori che può trascinare la Roma verso la conquista dei tre punti è sicuramente Nicolò Zaniolo. Oggi Gianluca Nani, ex ds di Brescia e West Ham, ha rilasciato a Sportsmail dichiarazioni importanti sul numero 22 giallorosso: “Conosco Zaniolo da quando era all’Entella in Serie B e già lì si poteva vedere che fosse un ottimo giocatore. Ma che diventasse uno dei migliori giocatori in Europa nel giro di due anni non era una cosa facile da prevedere. Può agire in più di una posizione ma credo che possa diventare un top player facendo il centrocampista ‘box-to-box’, con permesso di entrare in area e fare gol. Penso a Lampard o Gerrard”.

Matteo Falanesca

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy