Roma, Florenzi e Fonseca in coro: “Onoreremo l’Europa League”. Ancora out Smalling

Roma, Florenzi e Fonseca in coro: “Onoreremo l’Europa League”. Ancora out Smalling

L’ex Basaksehir Napoleoni avverte i giallorossi: “Occhio alla velocità di Visca”. Okan carica l’ambiente: “Conosciamo i loro punti deboli”. A Villa Stuart operazione riuscita per Bouah

di Gianluca Viscogliosi

Il gioco di sguardi, prima ancora di quello dialettico, prima ancora che i piedi e i muscoli inizino a parlare sul campo. Gli occhi intensi, quelli di Alessandro Florenzi e del tecnico Fonseca, sono stati quelli che hanno anticipato oggi in conferenza il debutto europeo annuale contro l’Istanbul Basaksehir: Questa è una competizione importante, comprende squadre molto forti, ma vogliamo andare il più lontano possibile, ha ribadito l’allenatore lusitano fissando l’obiettivo, sbilanciandosi successivamente anche sulla possibile alternanza in campo: “Ovviamente la prossima partita dopo l’impegno europeo sarà dopo appena un paio di giorni. Bisogna rispettare i tempi di recupero dei calciatori. Sto pensando di apportare alcuni cambiamenti alla squadra, ma sempre con la massima fiducia e con la consapevolezza che queste sono soluzioni valide e che ci danno ampia“. Un fiume in piena invece il capitano romanista, che ha sfruttato la conferenza per ribadire l’unione e la forza della squadra: “Quest’anno si respira un’aria diversa, stiamo creando un gruppo dove tutti sono importanti, dal primo all’ultimo“. Una chiosa poi, sull’eredità lasciata da Totti e De Rossi: “Sono stati dei grandissimi esempi. Se avessi potuto sceglierne due, avrei detto Francesco e Daniele. Hanno dato tutto per la Roma. Da loro mi porto dietro questa cosa: mettere la Roma al primo posto“.

ULTIMI PREPARATIVI – Oggi la rifinitura a Trigoria ha confermato i problemi per Smalling. L’inglese prosegue il lavoro differenziato e domani non sarà disponibile per Fonseca. In difesa ci sarà ancora spazio per Mancini, con il ballottaggio che potrebbe coinvolgere Fazio e Juan Jesus, provando così a invertire la tendenza dei gol subiti, contro un avversario “ridimensionato“. Parola di Stefano Napoleoni. L’ex Basaksehir dal cuore romanista – e con il giallorosso nel destino essendo passato in estate al Lecce – ha presentato la sfida a Forzaroma.info, spiegando le difficoltà dei turchi ma avvertendo anche la Roma: “Sicuramente punteranno a essere chiusi dietro per ripartire veloci. Bisogna fare attenzione all’esterno bosniaco Visca. Lui è pericoloso perché velocissimo e tira da tutte le parti. Può far male in contropiede”. Più abbottonato è stato invece il tecnico Okan che, in conferenza stampa insieme al capitano Tekmedir, ha mostrato anche orgoglio e ambizione: “Sappiamo quali sono i punti deboli della Roma, giocheremo su quelli. Occhio però a Edin Dzeko“. C’è stato poi il tempo per saggiare il terreno di gioco dell’Olimpico per la rifinitura e per fare la conta dei disponibili, visto che Skrtel, Inler e Robinho – tra gli uomini di maggior esperienza – non verranno impiegati domani.

CUORE ROMANISTA – Oltre al match di domani, molti dei pensieri giallorossi sono puntuali a Villa Stuart nella mente ma soprattutto nel cuore di Bouah. Il giovane esterno della Roma Primavera si è sottoposto in mattinata all’intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato anteriore, operazione perfettamente riuscita.Grazie a tutti i tifosi e alle persone che mi sono state vicine e grazie al professor Mariani e tutto lo staff di Villa Stuart! Non si molla e da domani si riparte per tornare presto a fare ciò che amo di più!”, questo il commento del ragazzo sui social, nella giornata in cui ha ricevuto ancora una volta la vicinanza dell’ex capitano De RossiAffetto e solidarietà, come quella che sta mostrando la Roma in questa stagione con l’iniziativa Missing Childern, lodata anche dallo stesso presidente Pallotta. Una società che fa gruppo, si ritrova fuori e dentro campo, in attesa di dare continuità di risultati già dalla serata di domani. L’esordio stagionale in Europa League con una novità: la Roma infatti indosserà la terza maglia, un richiamo anni ’90 nei colori e nella trama. Tradizione, romanità al servizio del futuro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy