Roma, Champions e Conte nel mirino. Manolas domani in gruppo e punta il Cagliari

Roma, Champions e Conte nel mirino. Manolas domani in gruppo e punta il Cagliari

Se Petrachi dovesse diventare il nuovo direttore sportivo dei giallorossi sarebbe una carta in più da giocarsi per convincere l’ex allenatore del Chelsea e della Nazionale ad accettare di trasferirsi nella Capitale

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

Antonio Conte, a Roma non si parla d’altro. Da semplice sogno si sta trasformando in una pista concreta. Le scuole di pensiero, però, restano ancora due. “I giallorossi non possono permetterselo” come ha detto Nicola Amoruso, oppure: “Ama queste sfide”, iscrivendosi al lodo Michelangelo Rampulla, ex Juve e suo compagno di squadra. C’è chi è pronto a giurare che la Roma abbia in mano un’offerta da 9,5 milioni a stagione per tre anni, avvicinandosi molto a quanto percepiva al Chelsea. Le premesse fondamentali per far sì che accetti, però, sono due: l’accesso in Champions League e un progetto tecnico convincente. Un altro fattore determinante potrebbe essere l’arrivo di Petrachi come direttore sportivo. I due sono molti amici, ma servirebbe comunque tempo e pazienza per un’operazione simile. Dovesse tramontare la pista  Conte, rimarrebbero vive ancora quelle di Sarri o Giampaolo. 

TRIGORIA – Il futuro immediato intanto è il Cagliari. Domani Ranieri parlerà in conferenza stampa alle 10.30 e come d’abitudine la Roma anche oggi è scesa in campo alle 11 del mattino per l’allenamento. Lavoro atletico abbinato a quello tattico, mentre hanno svolto individuale De Rossi, Santon, Karsdorp e Manolas. Il centrale greco, dopo aver scongiurato la lesione muscolare, già domani potrebbe rientrare in gruppo e di conseguenza prendere parte alla sfida di sabato con il Cagliari. Le prossime cinque gare poi saranno decisive anche per il suo futuro. La clausola rescissoria da 36 milioni fa gola a molti. In Italia alla Juve, ma all’estero piace ad Arsenal e Manchester United. La Champions potrebbe dare una mano alla Roma a trattenerlo e allora diventa fondamentale vincere sabato, match nel quale si potrebbero rivedere insieme Schick e Dzeko.

MERCATO Sabato all’Olimpico, però, non si giocherà solo in campo, ma anche su diversi tavoli. Due in particolare: quelli che potrebbero portare a Cragno e Barella, rispettivamente portiere e centrocampista del Cagliari. Per il primo c’è il sì già da tempo, mentre per il mediano azzurro la trattativa è più complicata visto anche l’interesse di Inter e Napoli. Operazione che si aggirerebbe intorno ai 30 milioni. Restando poi sulla linea verde, la Roma non perde di vista Tonali e Mancini. Sul centrocampista del Brescia ci sarebbe anche il Psg, ma da Trigoria continuano a monitorare attentamente il classe 2000, mentre per il difensore di Gasperini i giallorossi avrebbero un accordo di massima già dal gennaio scorso. In uscita si continua invece a fare insistentemente il nome di Dzeko. Il centravanti bosniaco, accostato anche all’Inter di Spalletti, potrebbe tornare anche in Bundesliga. Più precisamente al Dortmund, ma non per meno di venti milioni. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy