Pallotta cerca soci, DaGrosa frena: “Siamo solo un’opzione”. Biraghi e Rodriguez per la sinistra

Il manager di New York è uscito allo scoperto sull’interesse per la Roma. Dall’Olanda rilanciano il nome dello svizzero di proprietà del Milan, Fienga incontra la Juventus

di Francesco Iucca, @francescoiucca

È tornata prepotentemente in auge la questione relativa alla cessione dell’AS Roma. James Pallotta, a questo punto, è alla ricerca di nuovi soci di minoranza che diano un po’ di ossigeno per andare ancora avanti. L’alternativa è abbassare le pretese per cedere già da subito. Intanto è spuntata la candidatura di Joseph DaGrosa, manager proprietario di GACP Sports che è uscito allo scoperto sull’interesse a entrare nel club giallorosso: “Posso confermare che l’AS Roma è uno dei numerosi club che abbiamo esaminato in maniera molto preliminare.  Credo che il nostro coinvolgimento sia stato esagerato dalla stampa italiana. Sono sicuro che noi siamo solo una delle opzioni di Pallotta”. Secondo Marco Bellinazzo, però, Dan Friedkin – pur avendo allentato la presa – non ha affatto mollato la possibilità di acquistare la Roma.

CALCIOMERCATO – Di certo a Pallotta serve un piano ben definito per non incappare in una sessione di mercato dolorosa con la perdita di più di una pedina fondamentale. Intanto Petrachi sta lavorando per confermare Chris Smalling, anche se il Manchester United ha deciso di stabilire una sorta di ultimatum: nessun nuovo prestito nella capitale, la Roma potrà trattenerlo solo acquistandolo a titolo definitivo. In entrata i nomi più caldi sono quelli di Pedro del Chelsea, colpo a zero che ha stuzzicato diverse squadre, e Cristiano Biraghi soprattutto in caso di addio di Spinazzola e con Florenzi nella trattativa. Intanto il Lipsia, dopo le parole del tecnico Nagelsmann che ha messo in dubbio il riscatto di Schick, sta ancora provando a ottenere lo sconto per il ceco. La Roma potrebbe trattare in maniera massiccia con la Juventus: le ultime indiscrezioni parlano di un incontro andato in scena già oggi tra l’ad giallorosso Fienga e il CFO bianconero Paratici. Sul piatto tanti nomi, da Zaniolo a Bernardeschi, Under e Rugani. Si allontana, invece, l’arrivo di Bonaventura, per cui da Trigoria si sarebbero defilati lasciando camppo libero soprattutto al Torino. Per la fascia sinistra in queste ore si parla anche di Ricardo Rodriguez, che potrebbe occupare la casella lasciata vacante da Spinazzola. Infine, Luis Ruzzi, agente argentino in queste ore al centro delle polemiche per la vicenda Lazio-Zarate, ha svelato un retroscena su Lautaro Martinez: Lo avevo offerto alla Roma a gennaio 2018 per 8 milioni”.

LE ALTRE NEWS – Sono passati 31 anni dalla scomparsa di Antonio De Falchi, tifoso giallorosso rimasto vittima in un attentato prima di una partita a ‘San Siro’. Anche oggi, nonostante il rinvio del torneo a lui dedicato, i gruppi organizzati della tifoseria romanista lo hanno omaggiato. Per quanto riguarda il calcio giocato, invece, a far discutere è l’algoritmo della Figc per decidere la classifica di Serie A in caso di stop definitivo: i dati utilizzati sono stati modificati, in quanto non verranno presi in considerazione i gol fatti, ma solo la media punti. “Sarà ispirato a un principio di equità e buon senso, ha detto Gravina. Il presidente della Figc ha parlato anche del possibile ritorno dei tifosi allo stadio: “Migliorando l’andamento dei contagi, spero si possa consentire un accesso parziale agli impianti. A tal proposito sono arrivate anche le dichiarazioni di Walter Ricciardi, rappresentante italiano all’interno dell’OMS: E’ un’ipotesi che si fara’ nel momento in cui la circolazione del virus sarà ridotta ai minimi termini. In qualche Regione teoricamente si potrebbe già aprire. La Federcalcio, intanto, ha intenzione di usare il pugno di ferro con le squadre che non rispetteranno il protocollo sanitario: pena l’esclusione dal campionato. Infine le impressioni di Carles Perez, che ha ripercorso i suoi primi mesi nella capitale: “Sono molto contento di essere arrivato qui, è anche grazie a Fonseca. L’urlo dei tifosi al mio primo gol segnato contro il Gent lo conserverò per sempre. È stata una sensazione di grande sollievo poter indossare di nuovo gli scarpini e correre sul campo. Ho tantissima voglia di indossare la maglia della Roma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy