Fonseca punta la Spal: “Voglio l’atteggiamento giusto”, ma Kluivert non ce la fa. Piace Petagna

Fonseca punta la Spal: “Voglio l’atteggiamento giusto”, ma Kluivert non ce la fa. Piace Petagna

Dzeko sarà ancora al centro dell’attacco e contro i biancocelesti toccherà quota 200 presenze in giallorosso. Kalinic, invece, è vicino a chiudere il prestito nella Capitale con largo anticipo: piace al Bordeaux

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

Fonseca non ha ancora digerito la sfida di giovedì contro il Wolfsberger. Lo si capisce dalle parole usate in conferenza e dalla mimica facciale di chi già a partire da domani contro la Spal vorrà vedere un’altra Roma. Dovrà, però, fare a meno di Kluivert: il giocatore è tornato da qualche giorno ad allenarsi in gruppo, ma a riguardo il tecnico è stato chiaro: “Non sta ancora bene, non voglio rischiarlo”. L’olandese, infatti, non compare neanche nella lista dei convocati così come gli infortunati di lungo corso ai quali si sono aggiunti di recente Santon e Smalling. Le scelte per domani appaiono praticamente obbligate con il modulo che rimane lo stesso (4-2-3-1). I ballottaggi sono due: il primo al centro della difesa dove a far coppia con Fazio probabilmente sarà Cetin e non Jesus, mentre l’altro è sulla trequarti sinistra dove Perotti e Mkhitaryan si giocano una maglia con l’argentino in vantaggio.

FONSECA – E proprio l’armeno è tra i giocatori finiti sotto l‘ira di Fonseca per la prestazione di giovedì. Se il 77 giallorosso può partire dalla panchina, lo stesso non vale per Fazio. L’ex Shakhtar è costretto a schierarlo tra infortuni e squalifiche nonostante la prestazione contro il Wolfsberger non sia stata delle migliori. Quando infatti all’allenatore viene chiesto se alcuni dei calciatori che non avrebbero meritato di giocare in coppa saranno riproposti domani, la risposta è secca: Magari, anche perché non abbiamo molte soluzioni. Il riferimento è proprio al centrale argentino. Discorso a parte per Under. “Deve migliorare ancora molto su tanti aspetti” aggiunge Fonseca. La speranza del tecnico intanto è divedere un’altro tipo di partita contro la Spal: “Mi aspetto un altro atteggiamento perché quest’anno sono due le partite che abbiamo sbagliato e sono quelle con la Sampdoria e l’ultima con il Wolfsberger“. Il messaggio è arrivato diretto alla testa dei suoi calciatori e senza bisogno di Petrachi come certifica il mister in conferenza: “In questi momenti non ho bisogno del supporto del direttore. Quando qualcosa non mi piace parlo, non ho bisogno di supporto”.

MERCATO – Il lavoro del diesse servirà più nei prossimi giorni, quando sarà aperta la sessione invernale di calciomercato. Per Natale Fonseca chiederà con ogni probabilità un attaccante. Kalinic non ha convinto e potrebbe chiudere il prestito nella Capitale con largo anticipo. In queste ultime ore si registra anche l’interesse del Bordeaux per l’attaccante croato che sta costringendo Dzeko agli straordinari tanto che già domani potrà toccare le 200 presenze in giallorosso. Serve dunque un vice al bosniaco e la partita con la Spal  rappresenta un’occasione importante per parlare con il club di Ferrara di Petagna. L’idea dei giallorossi è di un prestito a 18 mesi e già dalla giornata di domani potrebbero esserci degli sviluppi. Da registrare anche la situazione di Nandez, ormai ai ferri corti con il Cagliari, e nel mirino di Petrachi. All’interno della trattativa con il club sardo potrebbe finirci anche Riccardi, quasi mai convocato da Fonseca quest’anno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy