‘RADIO PENSIERI’, AGRESTI: “Petagna mi piace molto. Può essere l’operazione giusta in attacco”

‘RADIO PENSIERI’, AGRESTI: “Petagna mi piace molto. Può essere l’operazione giusta in attacco”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Fonseca ha espresso tutto il suo disappunto per la sfida del giovedì e ha mandato anche dei messaggi chiari verso chi lo ha deluso. L’ho visto preoccupato per la Spal, perché la considera una squadra con una fase difensiva interessante. Da registrare una frecciata chiara a Under, che deve migliorare. Dall’espressione mi è sembrato un allenatore davvero seccato per l’atteggiamento della squadra in coppa“.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Quello che Fonseca doveva dire lo ha detto. Under, Fazio, Florenzi e Spinazzola hanno deluso. Forse anche una mezza freccitina a Mkhitaryan. L’unico dubbio sarà chi sostituirà Kluivert“.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Mi piace molto Petagna. Non è un grandissimo bomber ma potrebbe essere una operazione con un senso tecnico, proprio perché ha un po’ le caratteristiche di Dzeko. Gioca molto per la squadra e fa segnare, come sta facendo il bosniaco quest’anno“.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92,7): “La Roma deve dimostrare con la Spal di aver imparato la lezione, è un test sull’affidabilità dei giallorossi che fino a giovedì sono sempre stati una squadra. Ma l’avversario non potrà essere sottovalutato, anche per la reazione di Fonseca nel post partita e ieri a Trigoria. Con la Spal non sarà facile: ci sono defezioni importantissime, loro hanno lavorato alla partita tutta la settimana… Florenzi? Non so se c’è la fila per prenderlo e a che condizioni, ma la sua eventuale partenza può rimescolare le carte. Under era già destinato a partire per motivi di bilancio e ora lo è anche per motivi tecnici. Penso che Florenzi, Under, Fazio, Kalinic, Perotti e Mkhitaryan abbiano deluso Fonseca. Tra quelli che l’hanno sorpreso metto Kluivert e Mancini o quelli che hanno confermato le aspettative come Smalling, Veretout, Diawara, Pellegrini… La Roma se fa il suo, in Champions ci arriva: basterebbe anche continuare con questa media punti. Rendere il pareggio con il Wolfsberger una parentesi sarebbe fondamentale”.

Stefano Petrucci (Teleradiostereo 92,7): “Mirante credo abbia fatto una carriera al di sotto delle sue possibilità, ogni volta che gioca ha fatto benissimo. Si è legato alla Roma, potrebbe giocare stabilmente in Serie A in tantissime squadre. Ha un rendimento pazzesco, ha giocato per caso in una Juventus molto diversa da quella attuale, ma forse poteva giocare anche lì”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Mattino – 104,5): “È un anno e mezzo che Fazio non è più accettabile, l’anno scorso la difesa è stata allucinante con lui e Manolas. Mi domando come mai gli sia stato rinnovato il contratto in estate. Florenzi quando è stato impiegato non è piaciuto, ma Fonseca ha delle colpe: non lo sta sfruttando adeguatamente. A Parma non poteva non entrare… Non credo alla coppia Jesus-Fazio o Jesus-Cetin, secondo me giocheranno Fazio e Cetin: il turco non è dispiaciuto a Fonseca quando è stato tirato in causa. Il problema di Riccardi per la Roma è che guadagna troppo per essere un Primavera, il contratto gliel’ha fatto Monchi”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Under quando entra non la prende mai. Fonseca contro il Parma ha ucciso Florenzi non facendolo entrare”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “Fonseca deluso da Under e da Kalinic, che sembra essere arrivato in vacanza. Il turco ha preso una via che non è proprio da atleta: delle qualità le ha, ma fa un po’ come gli pare. Credo che la Roma sappia dove va e cosa fa, se lo so io… In Coppa mi ha deluso, ma deve cominciare a cambiare passo, marcia, deve assolutamente centrare l’obiettivo Champions. Under ha dei comportamenti fuori dal campo che ne precludono la perfetta forma fisica. Ha dei comportamenti che non autorizzano a pensare che sia un professionista al 100%. È grave, non va bene. Su Florenzi invece secondo è un aspetto psicologico molto delicato: è capitano non giocatore, ha avuto uno scambio molto acceso con il suo allenatore e credo che lì si sia rotto il rapporto. La Roma vuole Nandez, di mezzo c’è anche Riccardi: per lui ci siamo tutti schierati, ma in Serie A quest’anno non ha visto un minuto. Nzonzi è stato riportato a casa almeno quattro volte ubriaco fradicio, a terra…”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Fonseca ha individuato i giocatori che non gli servono. Se va via Florenzi, secondo me Santon e Spinazzola possono bastare. Mercato? Non mi aspetto un bel niente, a meno che non ci sia qualche scambio di prestiti. La Roma i suoi giocatori li ha, non so dove possa andare a parere. Trovatemi una punta per fare il vice-Dzeko. A parte Under la squadra sta recuperando giocatori che sembravano andati come Perotti. Kluivert è tornato, c’è Pellegrini, Diawara sta facendo bene”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Mi aspetto un gennaio di ordinaria amministrazione con qualche uscita. Si parla di Florenzi alla Fiorentina, mi dicono che possa andare a gennaio. In questo turno la Roma ha la prospettiva di migliorare la classifica”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Calhanoglu? Ma che ha fatto fino ad ora? La Roma a sinistra ha Kluivert, Perotti, che ci fa con Calhanoglu? Se mi parlate di un vice-Dzeko perché Kalinic ha fallito, ok. Ieri si parlava di Petagna, ma non penso che la Spal possa privarsi del suo centravanti se vuole salvarsi. Poi la Roma ha preso tutti in prestito, non so se può spendere… In campionato sta facendo il suo”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Secondo me a Fonseca dei terzini destri che ha non gli piace nessuno. Kalinic lo avevamo previsto anche noi che avrebbe deluso. Praticamente non si è mai visto”

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “Fonseca è un rivoluzionario. Ha indicato tre o quattro giocatori da mandare via e lui è certo di trovare la soluzione. Under? Qualcuno che lo prende in prestito in giro per l’Europa lo trovi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy