Pallotta-Friedkin in stand-by e Petrachi già sul mercato. Totti: “Roma, sei la mia seconda pelle”

Gravina: “Mi sembra proprio che la trattativa per la cessione del club capitolino proceda”. Mudryk nel mirino non si sbilancia: “Penso solo ad allenarmi”. La Juve, per ora, molla Zaniolo

di Saverio Grasselli, @save_grasselli

Il colpo al cuore che sarà venuto a molti tifosi della Roma, dopo le indiscrezioni di ieri sera che davano per spacciata la trattativa tra Friedkin e Pallotta, stamattina è stato scongiurato dalle parole di Gravina: Siamo in attesa di ricevere tutta la documentazione prevista dalle norme, forse ora ci sono altre priorità ma mi sembra proprio che l’operazione vada avanti. Trattativa dunque solo in standby  a causa del coronavirus – che ha determinato anche il rinvio di trenta giorni della pubblicazione della Relazione Finanziaria Semestrale – ma che proseguirà su basi diverse rispetto a quelle gettate qualche settimana fa: il valore della club (stimato intorno ai 700 milioni), infatti, è sceso a causa dell’emergenza sanitaria ed economica.

MERCATO – Ci sarà dunque da aspettare per vedere in opera il prossimo presidente del club capitolino, con Pallotta pronto a caricarsi sulle spalle (con tutta probabilità) il difficile compito del prossimo mercato estivo: tanti sono infatti gli interventi da operare per il magnate di Boston, tra cui blindaggio della difesa, aumento del rendimento in termini di gol e la cessione dei pesanti esuberi. Tanti sono i profili interessanti nella lista dei desideri di mister Fonseca. Dallo Shakhtar il portoghese ripesca due vecchie conoscenze: oltre a Marcos Antonio si aggiunge Tete, esterno che potrebbe prendere il posto di Perotti per alleggerire il monte ingaggi della Roma. C’è poi Mudryk, talento offensivo classe 2001, che dichiara di essere “rimasto in buoni contatti con Fonseca” nonostante ora lasci “l’interessamento della Roma al suo agente”. Per il ruolo di terzino sinistro (coperto comunque dal binomio Kolarov-Spinazzola) si vola in Brasile, sponda Corinthias, per Carlos Augusto che all’occorrenza può giocare anche centrale. Petrachi continua poi a tenere d’occhio Pepe, del Gremio, insieme al resto d’Europa. Infine, per quanto riguarda il fronte uscite, la società può lavorare senza problemi al recupero di Zaniolo: l’assalto della Juventus al giovane gioiello della Roma è stato rimandato al 2021.

ALTRO – Proprio sul giovane Nicolò si è espresso Alberto Aquilani: “E’ un potenziale fuoriclasse. Mi ha impressionato dall’inizio, dalla partita di Madrid: non si vedeva la differenza tra lui e i giocatori più esperti”. Un altro romano e romanista, stavolta di nome Francesco Totti, rinnova parole d’amore per la squadra: “La Roma non me la leverà mai nessuno dalla testa e dal cuore. E’ la mia seconda pelle“. In un’intervista con Candela, giornalista per un giorno, apre poi alla possibilità del francese di diventare collaboratore nella sua società di scouting per trovare il nuovo Francesco. Un modo per alleggerire il cuore dei tifosi nel momento di bisogno. Mentre la quarantena della Roma passa, giorno dopo giorno, tra video dei giocatori su Instagram (oggi è toccato a Cengiz Under tra palleggi e battimuro volante), quella dei vertici della Figc cerca soluzioni sulla data di ripresa della Serie A: Con la speranza che il campionato possa quindi concludersi, – dice Gravina seppure in ritardo rispetto a quanto previsto“. Sul fronte economico la Federcalcio apre al fondo “salva calcio” e chiede al Governo l’1% delle scommesse. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy