Friedkin punta in alto e spinge sul mercato. Pastore allontana le polemiche, Miki già in clima derby

Friedkin punta in alto e spinge sul mercato. Pastore allontana le polemiche, Miki già in clima derby

Il magnate texano ha promesso: “Voglio vincere in Italia e in Europa, vengo per lasciare un segno”. Tanti nomi per l’attacco: da Piatek a Politano e Mertens. Il Genoa sogna Perotti

di Francesco Iucca, @francescoiucca

Altra giornata importante nella strada che sta portando la Roma al passaggio di proprietà, da James Pallotta a Dan Friedkin. Le voci sull’imminente chiusura della trattativa sulla base di una valutazione di circa 750 milioni hanno fatto balzare il valore delle azioni del club giallorosso. La verità, però, è che difficilmente l’operazione potrà chiudersi prima della fine di gennaio. Intanto il magnate texano ha già messo in chiaro le cose: “Non voglio illudere i tifosi, ma sono animato da grandi progetti: nel più breve tempo possibile regaleremo ai tifosi giallorossi il quarto scudetto che sognano dal 2001. E voglio vincere anche in Europa”, ha fatto sapere ai suoi consulenti. Molto del futuro giallorosso continuerà a dipendere dallo Stadio: Unicredit ha accettato la proposta dell’imprenditore ceco Radovan Vitek per l’acquisto delle tre società immobiliari della famiglia Parnasi.

MERCATO – La nuova Roma di Friedkin potrebbe piazzare un colpo di coda già sul mercato: tra i possibili obiettivi ci sono anche Dries Mertens e Matteo Politano, oltre alla volontà di lavorare per Smalling. Qualcosa si può muovere in attacco: come vice-Dzeko sale la candidatura di Piatek, che gradisce la destinazione. Moise Kean è destinato a restare una suggestione, con Raiola che ha rivelato: “Ho sulla scrivania una pila di richieste per lui, ma l’Everton non ha nessuna intenzione di venderlo né lui di andarsene”. Sulla fascia, invece, soprattutto in caso di addio di Under, l’obiettivo è Matteo Politano: sull’esterno dell’Inter si sta per scatenare un’asta che vede anche Atalanta, Fiorentina e Parma oltre alla Roma. I nerazzurri, però, chiedono 30 milioni di euro. In uscita si è bloccata per questioni di ingaggio la cessione di Jesus al Bologna mentre il Genoa sogna il ritorno di Perotti.

LE ALTRE NEWS – Oggi la Roma è tornata ad allenarsi per l’ultima seduta dell’anno: Smalling, Pastore e Kluivert hanno effettuato lavoro individuale. Cristante e Santon si sono sottoposti ad alcuni controlli a Villa Stuart che hanno evidenziato un buono stato nel processo di guarigione. Domani alle 15 il primo allenamento del 2020 al Tre Fontane, a porte aperte per i tifosi. Intanto Mkhitaryan è entrato già in clima derby: “La Lazio cos’è? La seconda squadra della capitale”. L’armeno ha parlato anche dei primi mesi a Roma: “Non ho rimpianti, mi piace la gente qui e con Fonseca arriveranno grandi risultati”. Infine Javier Pastore ha allontanato le polemiche dopo l’intervista rilasciata in Francia sulla sua condizione fisica al PSG e sul futuro: Ho parlato in un’altra lingua e in Italia l’hanno tradotto come volevano. Hanno detto che volevo andare a Lione perché volevo tornare in Francia. Niente di vero. Sono molto felice a Roma, con la mia famiglia. Non ho mai pensato di andarmene. Non è una mia idea tornare in Argentina in questo momento o andare in Brasile”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy