Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Roma: Maitland la priorità, il Cagliari su Calafiori. Pellegrini punta il Milan

Getty Images

Tutto esaurito a San Siro per la partita contro il Milan, quasi sold out anche l'Olimpico contro la Juve. Sul mercato il club è a stretto contatto con i giovani Wellens e Kamara. Felix sembra orientato verso il 'no' alla Coppa d'Africa

Redazione

Squillano i telefoni e non solo per gli auguri di fine anno. Il mercato è sempre più vicino e per la Roma rappresenta una manna dal cielo. La necessità di compravendita dei giocatori è elevata, come da un po' di tempo a questa parte a dire il vero. Il mercato di gennaio viene definito di riparazione e Pinto proverà a mettere le toppe un po' ovunque per cercare di rendere la squadra il più possibile da quarto posto, ma non sarà semplice. Il budget non è elevato (ma nemmeno per le altre), e se non può essere 'di reazione' dovrà quantomeno essere un mercato intelligente. Maitland-Niles sembra il profilo giusto: jolly dell'Arsenal, giovane e voglioso di riscatto dopo che a fine estate a Londra gli avevano promesso più spazio. Mourinho non ha mai nascosto il suo debole per la Premier, e lo si capisce anche dagli obiettivi scelti per il centrocampo. Lo Special One ha l'occhio lungo e la memoria di ferro. Sa benissimo che non può ambire al top, e allora ha bisogno di rispolverare ragazzi conosciuti ai tempi della Premier. E' il caso di Wellens, allenato nel periodo dello Utd e incontrato da avversario al Tottenham. Proprio gli Spurs però, rappresentano l'ostacolo maggiore nella trattativa con il classe 2002. Sempre nella stessa zona di campo, il gm starebbe monitorando anche Kamara del Marsiglia. Sul classe '99 c'è già un'elevata concorrenza, ma la Roma punta sul fatto che gli arrivi al Velodrome di PauLopez e di Under, possano addolcire la trattativa. Dalla Spagna, sembra che la Roma sia tornata a competere per Mazraoui. Complessivamente la sessione invernale dei trasferimenti ha regalato più di qualche bella sorpresa al popolo romanista. ElShaarawy ha addirittura varcato 2 volte i cancelli di Trigoria nel mese di gennaio per firmare con il club.

 Getty Images

La squadra: i rientri e le partenze

Lorenzo Pellegrini è il capitano indiscusso di questa squadra. Lo si è capito già dall'anno scorso quando c'era ancora Edin Dzeko. Lo si è capito in diverse occasioni anche quest'anno, quando malconcio ha provato in più di un occasione a rimanere in campo senza accennare mai alla sostituzione. Il numero 7 ha ridotto la vacanza a Dubai ed è tornato a Trigoria per prepararsi in vista dei primi difficili appuntamenti del 2022 contro Milan e Juventus. Il resto della squadra tornerà ad allenarsi il 30 del mese. Tra gli acquisti della Roma ci sarà anche Spinazzola, che dovrebbe tornare nel mese di febbraio, seppur non in condizioni perfette. Il ritmo partita non si recupera solo con l'allenamento. Su di lui e su Zaniolo si è espresso anche il tecnico della Nazionale. Mourinho nel frattempo non avrà a disposizione Diawara e Darboe, che si uniranno ai ritiri delle rispettive nazionali per la Coppad'Africa dopo il 3 gennaio. Felix invece sembra orientato a non prendere parte alla spedizione con il suo Ghana. Per ciò che riguarda le partenze, il Cagliari avrebbe messo gli occhi su Calafiori. Si tratterebbe di un prestito secco. L'operazione forse farebbe bene a tutte le parti in causa. Al ragazzo per trovare continuità, alla squadra di Mazzarri per rinforzare la rosa (che viaggia in pessime acque) e alla Roma per riaverlo pronto e maturo in un futuro prossimo. Chi non si muoverà affatto sarà Roger Ibanez, il difensore brasiliano che sta stupendo tutti per qualità e soprattutto per continuità di rendimento. Si muovono invece, ma la causa è l'amore incondizionato, i tifosi romanisti. Sold out il settore ospiti per la sfida contro il Milan a San Siro il 6 di gennaio. In 42 mila al momento contro la Juventus all'Olimpico il giorno 9. L'effetto Mou funziona e come. La giornata di oggi però si chiude con un lutto in casa Roma. E' venuto a mancare il giovane medico della squadra femminile Gervasi, a causa di un malore: aveva 35 anni.

Gianluigi Pugliese