Roma al lavoro in vista del Brescia. Scatta il piano Smalling, Kalinic è in uscita

Buone notizie per Fonseca che ritrova molti giocatori in vista della ripresa del campionato, mentre il ds lavora per la squadra del futuro. De Rossi rinnova per un altro anno con il Boca

di Redazione, @forzaroma

Dopo che ieri Fonseca e l’a.d Fienga sono stati ospiti di Papa Francesco in occasione della Giornata Mondiale dei Poveri, oggi si è tornati a lavoro a Trigoria per preparare la partita di domenica alle 15 contro il Brescia. Buone notizie per il tecnico che a breve riavrà a disposizione tutti i nazionali: Under è rientrato prima dal ritiro della Turchia, mentre tra oggi e domani torneranno gli altri. L’esterno giallorosso sarà l’osservato speciale dei prossimi giorni con il club che ha deciso di affiancargli un nutrizionista oltre che a riservargli un lavoro personalizzato per riaverlo al top al più presto. Si svuota via via anche l’infermeria dando così nuove alternative al tecnico portoghese: Pellegrini e Mkhitaryan continuano a lavorare in gruppo, a parte Spinazzola e Mancini.

MERCATO – Sul fronte mercato, invece, Petrachi si è messo a lavoro per tenere Smalling, mentre per Kalinic si prospetta un rientro anticipato all’Atletico Madrid.  Il Manchester United chiede 20 milioni per il centrale inglese, la Roma ne offre 15. In merito alla situazione Smalling ha parlato anche Tiziano Pasquali, l’intermediario tra i due club: “Per il successo della trattativa sarà fondamentale la volontà del calciatore”. Chi invece può lasciare anticipatamente Roma è Nikola Kalinic, con Petrachi che cerca un suo sostituto tra Kean e Mariano Diaz.Per questi colpi i giallorossi potrebbero usare un tesoretto di circa 70 milioni ricavato dalle cessioni dei vari giocatori in prestito: Olsen, Schick e Nzonzi sono solo alcuni dei 14 giocatori mandati in giro a giocare per necessità o per scelta.

DE ROSSI – É di oggi anche la notizia del rinnovo vicino di Daniele De Rossi con il Boca Juniors: l’ex capitano giallorosso vestirà la maglia delle Xeneizes fino al 2021: una scelta mossa dalla grande voglia di giocare da parte di DDR per una squadra, e soprattutto per dei tifosi, che hanno regalato tanto affetto a lui e alla sua famiglia. 

Emanuele Carlo Bozzo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy