Ripresa della Serie A più lontana, Fonseca: “Trigoria sicura, potevamo allenarci”. Lipsia-Schick, si lavora

Spadafora: “Sentiero sempre più stretto per la ripartenza, si inizi a pensare a un piano B”. Florenzi lontano da Roma: “Sono aperto a tutto”. Pallotta: “Grazie Roma Cares”

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

“Il sentiero per la ripresa è sempre più stretto”. A dirlo è il ministro dello Sport Spadafora, che allontana quindi la ripartenza del campionato di Serie A: “La Lega e la Figc dovrebbero iniziare a pensare a un piano B”. Non aiuta in questo senso la notizia della presunta positività al quarto tampone per Paulo Dybala, nonostante il comitato medico della Uefa sostenga che con i giusti protocolli si possa ripartire e Tommasi abbia chiesto che l’allenamento individuale comprenda anche gli sport di squadra. Di questo tema ha parlato anche Paulo Fonseca: “Non capisco il ‘no’ agli allenamenti. Si può correre al parco e non a Trigoria, dove c’erano tutte le condizioni per farlo in sicurezza”.

RINASCERE – Il calcio è sempre stato un collante del Paese e il tecnico portoghese dimostra di averlo capito già in pochi mesi: “La Roma può aiutare a dimenticare il problema sociale. Se abbiamo una squadra che fa sognare i romanisti, si può essere più allegri non pensando alla situazione che stiamo vivendo”. Quest’anno o dalla prossima stagione, l’obiettivo è tornare a vincere: “Il problema dell’ambiente è una scusa: è solo la dimostrazione che la Roma è grandissima, la critica c’è per questo. Poi però è anche vero che per la Roma è difficile arrivare agli investimenti degli altri club. Con l’organizzazione che c’è ora però si sta creando una base sicura per lottare con altre società che spendono tanto”. Difficile che a rinascere nella capitale siano Schick e Florenzi: per il primo Roma e Lipsia stanno lavorando ad un accordo che accontenti entrambi, per il secondo è probabile un altro anno di prestito al Valencia. “Sono aperto a tutto”, ha detto il terzino in diretta Instagram con Fabio Cannavaro.

ALTRE – Della mancata ripresa del calcio hanno parlato anche Lotito, che ha replicato a Spadafora (“Chi ha detto che la maggioranza dei club vuole lo stop?), Immobile (“assurdo allenarsi nei parchi e non a Formello”), Galliani (“concludiamo i tornei a settembre”) e il viceministro della Salute Sileri (“inverosimile che il campionato riprenda”). Balotelli in diretta su Instagram torna sul fallo di Totti in finale di Coppa Italia: “Non mi ha chiesto scusa, ma non c’era bisogno. È stato punito e ha pagato per quel gesto”. Pallotta ringrazia Roma Cares: “Orgoglioso del loro lavoro e di ciò che hanno fatto i giocatori. E Fienga ha fatto un lavoro straordinario”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy