Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

La Roma rientra a Trigoria, Olimpico al 50%. Maitland-Niles e Kamara: si lavora

Getty Images)

Domani i risultati dei tamponi prima di tornare ad allenarsi. Intanto caos per Roma-Juve e gli abbonamenti con il nuovo decreto. Sul mercato l'inglese dell'Arsenal resta il nome più caldo, il francese piace ma non è semplice

Francesco Iucca

Dopo la breve sosta natalizia, anche per la Roma è stato tempo di ritrovarsi a Trigoria, dove erano in programma i tamponi per tutti prima del ritorno agli allenamenti in vista della sfida col Milan, con i risultati che arriveranno domani. Il Covid sta di nuovo condizionando la Serie A, i casi sono in aumento - dalla Fiorentina all'Atalanta, dal Genoa al Torino e la Salernitana - e il Governo ha deciso anche di ridurre la capienza degli stadi dal 75% al 50%. Si attende in questo senso la pubblicazione del decreto, ma intanto la Roma ha sospeso la vendita dei tagliandi per i match con Juventus, Cagliari e Lecce. Un problema soprattutto per la sfida del 9 gennaio con i bianconeri, per cui erano stati già staccati 42mila tagliandi, circa 10-12mila in più di quello che sarebbe consentito con la nuova capienza. Bisognerà trovare una soluzione per questo e ovviamente per la questione abbonamenti, più di 20mila ma soprattutto con alcuni settori decisamente oltre il 50%.

Maitland-Niles, manca l'accordo Roma-Arsenal. Kamara priorità a centrocampo

 Getty Images

Intanto la Roma continua a lavorare anche sul calciomercato. I nomi principali restano quelli: per Maitland-Niles c'è l'accordo col giocatore ma manca quello con l'Arsenal sulle cifre e soprattutto la formula. L'altro ovviamente è Kamara del Marsiglia, in scadenza ma abbastanza costoso. Però, secondo indiscrezioni dalla Francia,le possibilità di una sua partenza a gennaio sono in crescita con la Roma che può giocarsi le carte Pau Lopez e Under. In ogni caso ci vorrà verosimilmente uno sforzo per il centrocampista dell'OM, ma sarebbe giustificato viste le sue qualità. Ad esempio Rudi Garcia, che lo ha lanciato proprio al 'Velodrome': "Di lui ho ricordi molto buoni. Ha qualità tecnica, è bravo nel gioco “lungo” ed è uno che ha anche un discreto sangue freddo, sa sempre ragionare in mezzo al campo e prendere la decisione migliore, è bravo nei duelli e nel recuperare i palloni. È un regista perfetto, deve migliorare sui gol".

Chi invece dovrà salutare Trigoria è Gonzalo Villar, sui radar di Inter e Valencia. Andrà via anche Davide Santon, ormai ai margini del progetto da mesi: piace a Galatasaray, PAOK Salonicco e Lazio, a cui però il terzino avrebbe detto no. In ogni caso servirà un accordo per la rescissione. Dopo gennaio Tiago Pinto, con tutta calma, penserà anche ai rinnovi di alcuni big, comunque non impellenti viste le lunghe scadenze. In agenda ci sono i prolungamenti di Mancini, probabilmente il prossimo a firmare, poi Cristante, Spinazzola e Zaniolo, ma non quello di Mkhitaryan. L'armeno è in scadenza a giugno, ma i rapporti con Raiola sono buoni, non è stata ancora presa nessuna decisione e non sembra una priorità di questi giorni. In Francia si parla anche di un'offerta da parte del Newcastle, che si starebbe preparando per dare l'assalto a Jordan Veretout.

Pellegrini e il bilancio del 2021: "Voglio vincere con Mourinho"

 Getty Images

Intanto è arrivato il momento, con la chiusura dell'anno solare, di tracciare qualche bilancio. Il pagellone giallorosso dell'anno 2021 è fatto di alti e bassi, Lorenzo Pellegrini lo ha raccontati per filo e per segno in una lunga intervista. Il capitano della Roma ha parlato di Fonseca, delle difficoltà in campionato e del sogno Europa League, ma soprattutto il rinnovo e l'arrivo di Mourinho, la testa solo alla vittoria e gli obiettivi."La cosa che mi ha colpito di più è stato il fatto che pensa solo a lavorare per vincere e anche io lo faccio, a 25 anni il mio obiettivo è quello. È quello di cui avevamo bisogno e il gruppo è solido", le parole del numero 7. Pellegrini intanto si sta allenando per tornare col Milan, che oggi è tornato a prepararsi: Calabria è rientrato, gli infortunati come Rebic, Leao e Ibrahimovic si sono allenati a parte. Così come la Juventus, che però ha svolto allenamenti individuali, con l'assenza di Giorgio Chiellini che ha avuto un contatto con un positivo al Covid.

Altro tema caldo di questi giorni è l'intitolazione dello Stadio Olimpico a Paolo Rossi: il deputato Pierantonio Zanettin ha confermato che la Camera ha approvato un ordine del giorno con il quale impegna il governo a valutare la possibilità. In serata il club giallorosso ha diramato anche il consueto comunicato finanziario, in cui ha reso noti i numeri dell'indebitamento finanziario e l'ennesimo 'versamento' dei Friedkin. Infine la Roma piange Claudio Murlo, storico autista del pullman della prima squadra, una vera e propria istituzione a Trigoria.