Fonseca pensa allo Shakhtar, ma per la panchina si valuta a Sarri. Roma in corsa per Vlahovic

A Kiev tornano dei tifosi giallorossi sugli spalti: un settore sarà tutto per il Fronte Ucraino. Tanti cambi in vista del Napoli: a guidare l’attacco un Mayoral all’esame definitivo

di Iacopo Erba

Dalle stelle alle stalle. E’ successo spesso alla Roma in questa stagione e gli ultimi giorni che hanno seguito la dolorosissima sconfitta con il Parma hanno rigettato improvvisamente i giallorossi nella più totale incertezza. Per il presente, che regala alla società il nuovo official partner REPX e un amaro scontro frontale con la Lega, ma soprattutto per il futuro.

E’ il tecnico Fonseca, ancora una volta, ad essere sulla graticola: i numeri rispetto allo scorso anno non sono cambiati e nella testa dei Friedkin l’idea di tentare una nuova strada in caso di mancata conquista della Champions non è mai del tutto scomparsa. Le piste sono tante: l’ultima porta a un ritrovato feeling con Maurizio Sarri.

A Kiev 50 tifosi della Roma sugli spalti. Arbitra Lahoz

 

Il portoghese, per il momento, pensa solo a preparare la gara contro lo Shakhtar Donetsk, che ha proseguito a sua volta oggi l’avvicinamento alla sfida di giovedì. Gli ucraini, nonostante i 3 gol subiti all’andata, non hanno alcuna intenzione di darsi per vinti, come dimostrano le parole del portiere Trubin: “Possiamo ribaltare l’andata, servirà tutto l’aiuto possibile da parte del pubblico”.

Già, il pubblico. A Kiev i tifosi possono entrare, seppur in numero ridotto allo stadio. La vera notizia è che sugli spalti torneranno finalmente anche dei romanisti: i circa 50 rappresentanti del Fronte Ucraino giallorosso sono pronti, dopo tantissimo tempo, a infiammare di nuovo un intero settore. Designato anche l’arbitro della partita: fischierà lo spagnolo Lahoz.

dusan vlahovic benevento fiorentina
Getty Images

Porte girevoli in attacco: torna Mayoral, giallorossi in corsa per Vlahovic

 

Contro lo Shakhtar tornerà al centro dell’attacco Mayoral, al vero esame stagionale dopo l’ultimo tremendo filotto di partite. Il futuro centravanti del club, però, potrebbe non parlare spagnolo. A Trigoria permane un amore mai sopito per il wonder boy della Fiorentina Vlahovic: i bookmakers danno la Roma in corsa, ma la concorrenza è tanta.

Nessuna voce dovrà tuttavia distrarre l’ex Real Madrid, che proverà a guidare una Roma in sicura modalità risparmio energetico. Il trionfo della gara d’andata concede di pensare anche a conservare qualche energia preziosa in vista del big match di domenica con il Napoli. Un crocevia fondamentale per la Champions, attorno alla quale si costruiranno i futuri programmi del club.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy