Sassuolo-Roma con l’ansia Covid ma senza Smalling. Fonseca: “Champions, ci siamo ancora”

I giallorossi domani alle 15 tornano in campo dopo la sosta nazionali, tutti i tamponi negativi. Cristante c’è e Veretout viene convocato, Pastore e Santon cercano spazio

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Da una parte c’è la preoccupazione (lecita) per il focolaio Covid nella nazionale italiana e che ha messo in apprensione i romanisti azzurri. Dall’altra c’è l’emergenza, che tra infortuni e squalifiche costringe Fonseca a dover raschiare il fondo della rosa per tornare da Modena con tre punti. Domani la Roma torna a giocare in campionato dopo la sosta e col Sassuolo è più facile fare la conta degli assenti: il portoghese deve rinunciare ancora a Smalling (che è stato in Spagna per una cura con i fattori di crescita) e Mkhitaryan, oltre agli squalificati Ibanez e Villar e l’ultimo infortunato Kumbulla. Sono convocati invece Cristante (“giocherà”, ha detto Fonseca in conferenza stampa) e Veretout (“viene con noi ma sarà al top della forma la prossima settimana”). La buona notizia riguarda l’esito dell’ultimo giro di tamponi, negativo per tutti: sia per chi era a Trigoria durante la sosta sia per tutti i nazionali, Dzeko compreso. Dopo la mezzanotte i nuovi test come da protocollo il giorno della partita: se confermeranno le negatività, Fonseca li avrà a disposizione.

LaPresse

Fonseca: “Crediamo alla Champions”. Le scelte di formazione

 

Il tecnico allontana i pensieri (inevitabili) di Europa League, visto che giovedì ad Amsterdam la Roma sfida l’Ajax nei quarti: “I miei pensieri sono unicamente al Sassuolo. Al quarto posto crediamo ancora”, le sue parole alla vigilia. Davanti a Pau Lopez l’unico difensore di ruolo disponibile è Mancini, che giocherà insieme a Cristante. Il terzo posto può essere di Fazio oppure di un terzino adattato (Spinazzola, Karsdorp o la sorpresa Santon, specialmente se anche Mancini dovesse partire inizialmente fuori). Dalle scelte dei centrali dipenderà anche quella degli esterni di centrocampo, mentre in mezzo ci saranno Diawara e Pellegrini. L’attacco parlerà spagnolo, con Carles Perez, Pedro e Borja Mayoral che hanno più allenamenti di tutti nelle gambe. Chance a partita in corso magari anche per Pastore, che si è allenato bene negli ultimi giorni e potrebbe avere qualche minuto.

Anche De Zerbi non se la passa bene: il Sassuolo ha rinunciato in via precauzionale agli “azzurri” Locatelli e Ferrari oltre che a Muldur, in più sono fuori Ayhan per Covid e Caputo, Berardi e Defrel per infortunio. Capitolo mercato: piace il jolly dell’AZ Kooipmeiners, in attacco idea Giroud. Per la panchina resta vivo il nome di Sarri. Ma la Roma non vuole distrazioni: le prossime due settimane possono cambiare l’intera stagione. E il futuro di tanti a Trigoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy