Roma, sotto l’albero il mercato: sogno Gomez, Olsen può restare all’Everton. ElSha più lontano

Vigilia di Natale in casa giallorossa: la vittoria sul Cagliari ha ridato il sorriso dopo la debacle con l’Atalanta. Serve un’alternativa a un super Veretout

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Se avessero chiesto a inizio stagione a Paulo Fonseca se avrebbe firmato per trascorrere il Natale da terza in classifica, con ogni probabilità lo avrebbe fatto. E grazie alla vittoria contro il Cagliari, la Roma è attualmente la terza forza del campionato alle spalle di Inter e Milan. Per le gare ufficiali è un arrivederci al 3 gennaio (arriverà la Sampdoria di Ranieri), ma già da qui a Capodanno il mercato entrerà nel vivo. Perché è stato lo stesso Fonseca a sottolineare l’importanza di questa sessione invernale: “Dovremo scegliere bene”. Farlo vorrebbe dire mettere benzina nella corsa alla prossima Champions.

Dal sogno Papu Gomez a El Shaarawy: le mosse di mercato della Roma

In porta si sono viste le maggiori difficoltà e la toppa potrebbe essere Sirigu. Altrimenti si aspetterà l’estate per fare un investimento più importante su un giovane a cui affidare la porta per i prossimi anni (Musso, Cragno, Gollini). Un gruzzoletto può arrivare da Olsen, che sembra aver convinto Ancelotti  In mezzo splende Veretout (è il terzo centrocampista in Europa ad aver segnato di più) ma ha bisogno di un’alternativa alla Nandez. Davanti il Papu Gomez è in uscita dall’Atalanta ma su di lui c’è tanta concorrenza e in più la Roma dovrebbe liberarsi di almeno un trequartista. El Shaarawy, vicinissimo nelle ultime ore del mercato estivo, ora è più lontano: a lui sta pensando la Fiorentina. Intanto Mkhitaryan è un passo dal rinnovo. Ma l’attacco non è la priorità, visto che quella giallorossa è anche la squadra che ha portato più giocatori a segnare nel 2020 (venti). In Francia finisce l’avventura di Tuchel: è stato esonerato dal Psg, al suo posto in arrivo Pochettino.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy