Mkhitaryan, il rinnovo è quasi realtà: l’armeno si legherà alla Roma almeno fino al 2022

Il 77 ha superato il numero di gol e assist previsti dalle clausole per far scattare il prolungamento. Per l’ufficialità gli manca una decina di presenze

di Redazione, @forzaroma

Ad agosto Henrikh Mkhitaryan è diventato al 100% un giocatore della Roma. L’armeno ha trascorso la scorsa stagione nella capitale in prestito dall’Arsenal e poi si è liberato a parametro zero dalla società londinese, firmando con i giallorossi fino al 2021. Per il trequartista, è già tempo di rinnovo: il prossimo prolungamento sarà almeno per un’altra stagione, cosa peraltro praticamente già stabilita in estate. Nell’accordo con l’agente Mino Raiola, infatti, è presente l’opzione di rinnovo al fino al 2022, che scatterà al raggiungimento di tre clausole relative al numero di gol, assist e presenze. I primi due obiettivi sono stati raggiunti, viste le 8 reti e gli altrettanti assist, per il terzo Mkhitaryan dovrà giocare – per quarantacinque minuti – almeno il 50% delle partite stagionali della Roma. Ad oggi l’armeno ne ha disputate diciotto, sulle diciannove fatte tra campionato ed Europa League dal club giallorosso. Per far scattare quest’ultima clausola, al numero 77 basterà scendere in campo in altre undici occasioni, ma solo nel caso in cui la formazione di Fonseca arrivasse in fondo all’Europa League e alla Coppa Italia, altrimenti la quota verrà ridotta. Visto il suo rendimento, inoltre, la Roma potrebbe proporgli di allungare l’accordo per altre due stagioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy