Roma, mercato home made e occhio agli svincolati. Schick può restare al Lipsia, piace Diego Costa

Zaniolo pronto al rinnovo mentre l’Almeria chiede lo sconto per Coric. Problema scadenze contratti al 30 giugno

di Saverio Grasselli, @save_grasselli

Altra “X” sul calendario e un nuovo giorno di isolamento volge al termine. La Roma rimane ferma, come tutto il resto del calcio italiano, in attesa di capire secondo quali modalità riprendere l’attività sportiva. “Serie A? E’ il momento delle decisioni. L’ideale è ripartire il prima possibile – ha commentato il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Ma una cosa è allenarsi, un’altra è fare una partita”. Se da una parte la ripresa dei campionati consentirà la chiusura dei giochi in estate, dall’altra la Fifa mette le mani avanti sui contratti dei giocatori: Non possiamo prorogare la scadenza dei contratti oltre il 30 giugno – avverte Emilio Garci Silvero, legale dell’organizzazione.  Per i prestiti, in teoria, a fine giugno dovrebbe esserci il ritorno alle squadre di provenienza”. Brividi per la Roma, che in un solo colpo andrebbe così a perdere Smalling, Mkhitaryan, Zappacosta e Kalinic.

MERCATO – Sul fronte entrate, invece, Petrachi più che su un mercato “furbo” nella prossima sessione dovrà puntare su uno “intelligente”: lente d’ingrandimento sugli svincolati e tetto massimo di 3 milioni sugli ingaggi dei giocatori. Pena? Aggravare ulteriormente il “rosso” di 87 milioni comparso nella precedente semestrale, con un’emergenza economica causata dal coronavirus in pieno sviluppo. Ecco allora che anche l’home made corre in soccorso al diesse leccese e ai conti del club: nel futuro prossimo, giovani della Primavera come Bouah, Calafiori e Riccardi avranno più possibilità di essere inseriti nei ranghi della prima squadra di Fonseca. A far rifiatare le casse giallorosse, però, c’è anche il Lipsia: la squadra tedesca sembrerebbe pronta al riscatto di Patrik Schick e prepara i 30 milioni per l’acquisto del giocatore. Dalla Spagna, l’Almeria chiede invece uno sconto per il cartellino di Ante Coric: il talento croato non sembra essere sbocciato durante la sua nuova esperienza e i sei milioni pattuiti con la Roma nella scorsa estate sembrano eccessivi. Per il ruolo di viceDzeko continua a far gola il nome di Diego Costa: Petrachi e Giuntoli (d.s. Napoli) sono in pole position per portare il brasiliano in Italia, ma dovranno superare anche le offerte delle pretendenti cinesi. Dulcis in fundo, il rinnovo di Zaniolo: seduti a tavolino, la prossima estate, Nicolò e la Roma sistemeranno tutti i dettagli e, salvo imprevisti, la fumata bianca arriverà per la gioia dei tifosi.

ALTRO – Se l’immagine di copertina del club romano è senza dubbio legata al giovane numero 22, l’altra, che ha spopolato sul web e fatto storcere il naso a non pochi appassionati (della Lazio soprattutto), è quella di Diego Perotti durante il suo allenamento “clandestino” a Casal Paloccoil numero 8 è stato infatti pizzicato in un video girato da un tifoso biancoceleste mentre si allenava sullo spartitraffico di fronte alla sua abitazione, non rispettando le distanze di sicurezza con i suoi due amici. Durante la quarantena c’è tempo poi per i ricordi ed oggi Philippe Mexes è tornato a sfogliare il suo personale album giallorosso: “Sono romano e romanista, ho vissuto dei momenti bellissimi. Sensi non lo scorderò mai“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy