Roma, Lecce nel mirino. Peres: “Sono cambiato”. Smalling apre al futuro giallorosso, torna di moda Higuain

Roma, Lecce nel mirino. Peres: “Sono cambiato”. Smalling apre al futuro giallorosso, torna di moda Higuain

Giallorossi divisi in due gruppi a Trigoria: con i compagni anche Diawara e Veretout. Il centrale inglese ha parlato della possibile permanenza nella capitale, intanto il Gent ostenta fiducia per il ritorno

di Francesco Iucca, @francescoiucca

La Roma torna al lavoro dopo la vittoria contro il Gent, che però non ha affatto scacciato la crisi in cui versa la squadra di Fonseca in questo 2020. Prestazione insufficiente, nonostante il risultato, per gran parte dei giallorossi con poche eccezioni. Tra queste Carles Perez, decisivo con il primo gol in giallorosso al debutto in Europa League e con la Roma dal 1′: “Questa squadra non si arrende. Non potevo immaginare un esordio migliore, è la strada giusta”. Anche Pau Lopez ha provato a vedere il lato positivo del match dell’Olimpico sui social, anche se le statistiche mettono in evidenza un dato allarmante per Fonseca. Il portiere spagnolo – inserito nella top 11 settimanale dell’Europa League – ha giocato più palloni di Pellegrini e tutti gli attaccanti giallorossi, mostrando le difficoltà nella costruzione del gioco, come anche sottolineato dallo stesso tecnico portoghese. Lo stesso numero 7 sta vivendo un momento difficile, fischiato anche dai tifosi: “Lorenzo deve reagire, perché ha le qualità per fare la differenza. Ci sono passato anche io, non deve dar retta a nulla, deve pensare ad allenarsi e andare avanti. Pellegrini ha bisogno di supporto, ma chi gioca nella Roma deve esser forte anche in questo”, l’incoraggiamento del ‘principe’ Giannini.

VERSO IL LECCE – Intanto la Roma questa mattina è tornata a sudare a Trigoria per preparare la sfida con il Lecce di domenica all’Olimpico. Squadra divisa in due gruppi, tra il defaticante per i giocatori impiegati ieri e la seduta tecnico-tattica per gli altri. Cetin si è allenato in gruppo, così come Diawara e Veretout (uscito acciaccato dalla partita col Gent). Differenziato per Pastore, Mirante, Zappacosta e Zaniolo. Spera sempre in una nuova chance Bruno Peres: “Sono davvero felice di essere tornato a Roma, mi hanno accolto benissimo e io non devo mollare mai. Fonseca è una grande persona e un grande allenatore, mi ha dato fiducia dicendomi che avrei dovuto lavorare e mettere la testa a posto e credo di essere cambiato soprattutto nella testa. Arriverò dove voglio io“.  Domenica alle 18 i giallorossi affrontano una della squadre più in forma del campionato, il Lecce di Liverani reduce da tre vittorie consecutive. I pugliesi si sono allenati oggi, ma hanno dovuto fare a meno di Farias infortunato. Lavoro differenziato per Babacar, Falco, Rispoli e Saponara.

LE ALTRE NEWS – Intanto continua a essere in bilico il futuro di Chris Smalling, in prestito dal Manchester United. La trattativa tra i due club continua, il centrale inglese si è ambientato molto bene nella capitale, ma intanto ha glissato sulla possibile permanenza. “Se vorrei restare a Roma? Il piano a inizio stagione era contribuire il più possibile alla squadra e poi, in caso di una buona annata e traguardi raggiunti, discuterne. Sono stato più che felice della mia prima metà di stagione, io e la mia famiglia ci stiamo ambientando e adattando, sto imparando la lingua e la cultura”, ha detto Smalling che poi ha anche ammesso di sperare in una chiamata del ct Southgate per l’Europeo. Ora il Lecce, poi di nuovo il Gent in Europa League. La partita di ieri ha dato molta fiducia alla squadra belga:“Con la Ghelamco Arena piena tutto è possibile, abbiamo ancora possibilità. Sono orgoglioso dei miei giocatori, anche se abbiamo fatto errori banali”, le parole del tecnico Thorup. Gli fa eco il bomber Depoitre: “Ho lasciato il campo con delusione, abbiamo giocato bene, abbiamo sorpreso la Roma mettendola sotto pressione, ma abbiamo spesso fatto la scelta sbagliata. Ci sono ancora chance di passare il turno”. Gradito incontro per Gonzalo Villar, che sui social ha posato con Francesco Totti. Un po’ di amarcord anche per Kevin Strootman, che ha pubblicato sui social un vecchio scatto di quando vestiva la maglia della Roma, in compagnia dei giallorossi brasiliani. Intanto è tornato di moda il nome di Gonzalo Higuain per la prossima stagione: l’argentino potrebbe lasciare la Juventus, ma resterebbe il nodo ingaggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy