Roma, lavoro personalizzato in vista della ripresa: Petrachi programma il futuro e blinda Pellegrini

Roma, lavoro personalizzato in vista della ripresa: Petrachi programma il futuro e blinda Pellegrini

La Sampdoria si ritira dalla corsa su Florenzi per le richieste troppo esose dei giallorossi mentre scoppia il caso Mkhitaryan in Armenia. Sorpresa speciale di Zaniolo a un giovane tifoso

di Redazione, @forzaroma

Nonostante la pausa natalizia, Fonseca ha dato dei compiti ben precisi ai giocatori: continuare ad allenarsi per farsi trovare pronti al rientro dalla sosta. C’è chi ha deciso di passare le vacanze di Natale a Dubai, come Dzeko e Kolarov, chi invece ha preferito rimanere a casa e allenarsi con i propri familiari, come ha fatto Davide Santon, incitato dalla figlia per fare gli addominali.

MERCATO – C’è Babbo Natale e poi c’è Gianluca Petrachi: il ds giallorosso sta lavorando per cedere i giocatori poco utilizzati dal tecnico Fonseca per regalargli, magari, qualche nuovo innesto più congeniale al gioco del portoghese. Tra i compiti di Petrachi c’è quello di trovare il vice Dzeko: si era parlato di Kean, giovane promessa del calcio italiano attualmente all’Everton, ma Carlo Ancelotti, neo tecnico dei Toffees ha blindato il calciatore: “L’aspettativa per lui è molto alta ma ha 19 anni, dobbiamo essere un po’ più calmi e pazienti”. Sulla lista dei regali stilata da Petrachi c’è anche un regalo per il presidente James Pallotta: ridurre il monte ingaggi. Per far sì che il desiderio del presidente si avveri, bisognerà cedere qualcuno: Juan Jesus, Pastore, Kalinic, Fazio e Under sono i principali indiziati a lasciare Trigoria, ai quali bisogna aggiungere Steven Nzonzi, in prestito al Galatasaray, ma con le valigie pronte: sul giocatore francese c’è l’interesse di Everton e LioneCapitolo Florenzi: nonostante le tre presenze consecutive in queste ultime gare, il futuro del capitano giallorosso rimane incerto. Sul numero 24 della Roma, oltre l’interesse di Inter e Valencia, si era fatta sotto anche la Sampdoria che, però, si è subito ritirata dalla corsa: i giallorossi chiedo 15-20 milioni per Florenzi, troppi per le casse doriane. Infine Petrachi vuole fare un regalo anche ai tifosi: rinnovare il contratto a Lorenzo Pellegrini, cancellando la clausola rescissoria di 30 milioni che non fa dormire sogni tranquilli ai sostenitori giallorossi.

UN NATALE DI POLEMICHE – Non sono stati giorni tranquilli per Henrich Mkhitaryan. L’esterno giallorosso è stato al centro di una polemica scoppiata dopo la pubblicazione di un post del consulente del Primo Ministro armeno Mesrop Arakelyan: il tema centrale della discussione era la necessità di dare una forte scossa alla nazionale di calcio, levando la fascia di capitano a Mkhitaryan. In difesa del numero 77 della Roma è intervenuta la madre Marina Tashchyan: “Se l’AFF (Federazione armena, ndc) è davvero l’AFF, dovrebbe vergognarsi di questa persona. Se non dovessero chiamarlo in nazionale, è una cosa che danneggerà solo loro”. A spegnere la polemica ci ha pensato il presidente della Federazione armena: “Escludo qualsiasi problema con Henrikh Mkhitaryan. È l’orgoglio del calcio armeno e un calciatore leggendario. Non gioca per il presidente della Federcalcio armena, gioca per il popolo armeno e per la sua bandiera”. 

REGALI DI NATALE – Se il Natale ha portato a Mkhitaryan polemiche, per altri giocatori invece sotto l’albero c’erano regali ben più gioiosi. É il caso di Nicolò Zaniolo, che ha fatto una sorpresa ad un giovane tifoso giallorosso. “Ero emoziato quanto lui” è stato il commento del numero 22 giallorosso, lodato dall’ex allenatore dell’Inter primavera Stefano Vecchi: Un piacere vederlo in Nazionale maggiore“. Per Gianluca Mancini il Natale, da oggi in poi, avrà un sapore speciale: due giorni fa il centrale della Roma ha sposato a Firenze Elisa, la sua compagna da sei anni. Alla cerimonia erano presenti anche Spinazzola e Pellegrini, mentre sui social i tifosi scherzavano: “Ti preferiamo insieme a Smalling“. Dopo aver postato una foto con le chiavi della città, Chris Smalling continua i suoi giorni di relax visitando la città. Oggi il centrale inglese ha visitato il Colosseo, monumento storico dove un tempo i gladiatori conquistavano la folla con i loro combattimenti. Smalling, con le sue ottime prestazioni, ha conquistato i tifosi giallorossi. Proprio come un vero gladiatore.

 

Emanuele Carlo Bozzo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy