Roma, ecco Fonseca: “Voglio coraggio e qualità”. Fienga: “Baldini solo un consulente di Pallotta”

Roma, ecco Fonseca: “Voglio coraggio e qualità”. Fienga: “Baldini solo un consulente di Pallotta”

Oggi il primo giorno del nuovo tecnico giallorosso nella Capitale: “Allenare la Roma è straordinario, possiamo costruire una grande squadra”. Baldissoni all’assemblea degli azionisti: “Qatar? Voci false”. Incontro positivo per Veretout

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

L’era di Paulo Fonseca alla Roma è ufficialmente cominciata. Questa mattina il tecnico portoghese è sbarcato all’aeroporto Fiumicino qualche minuto prima delle 7, subito dopo due tappe obbligate: prima stop nella sede del club all’Eur per incontrare la dirigenza e firmare il contratto, poi visita a Trigoria per iniziare a conoscere il centro sportivo romanista.

ECCO FONSECA – “Sono emozionato e motivato”, parola del portoghese appena atterrato nella Capitale. Un concetto ribadito più volte anche nella prima intervista da giallorosso rilasciata oggi ai microfoni di Roma TV. “Allenare la Roma è una cosa straordinaria, quando mi hanno chiamato non ci ho pensato due volte. Ho voglia di costruire qualcosa di speciale e qualcosa di diverso, con le mie idee. L’obiettivo principale è quello di costruire una squadra coraggiosa. Voglio che i miei giocatori dimostrino coraggio e anche qualità nel gioco che esprimeranno. Possiamo costruire una grande squadra, possiamo fare grandi cose”. Dichiarazioni importanti, che hanno subito conquistato il presidente Pallotta: “Ho percepito il sostegno del presidente – ha dichiarato Fonseca – mi è sembrato molto interessato alle mie idee. L’incontro con lui è andato molto bene. Ai tifosi voglio dire che è nostra intenzione costruire qualcosa di speciale, qualcosa che li renderà orgogliosi di questa squadra partita dopo partita. Avremo bisogno del loro sostegno”.

SPAZIO AL MERCATO – In attesa dell’ufficialità di Gianluca Petrachi come direttore sportivo (con i due Primavera, Freddi Greco e Bucri, ormai già granata), la società è al lavoro per rinforzare la nuova Roma di Fonseca. Il nome più caldo al momento è quello di Veretout: l’incontro di oggi con l’agente del francese è stato positivo, i giallorossi sono in vantaggio sul Milan. Ora la palla passa al calciatore e alla Fiorentina. E mentre Manolas è ormai ad un passo dal Napoli (dove c’è già chi parla di possibile arrivo a metà settimana), a Trigoria guardano proprio nella squadra di Ancelotti e pensano a Hysaj. Un altro nome nel mirino resta quello di Ismaily dello Shakhtar. Capitolo De Rossi: l’ex capitano della Roma ha aperto alla Serie A, ora Milan e Fiorentina ci stanno davvero pensando (anche se il presidente viola Commisso ha glissato sull’argomento dichiarando di non sapere niente, “nel calcio ci sono troppe fake news”). In Argentina, però, non mollano la presa, e sperano ancora di vederlo al Boca Juniors.

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI – Nel pomeriggio a Trigoria è andata in scena la nuova assemblea degli azionisti della Roma. Tante le domande dei presenti, a cui hanno risposto sia Baldissoni che Fienga. Il vicepresidente si è soffermato soprattutto sulle voci riguardanti l’interesse del Qatar (“Sono false, come ripetutamente dichiarato dalla Roma e dal presidente Pallotta. Non ci sono elementi di nessun tipo”) e sullo stadio: “Fiumicino? È opportuno che gli investitori valutino eventuali proposte alternative al fine di salvaguardare gli investimenti fatti fino ad oggi, nell’eventualità – oggi non attesa – che possa esserci una negativa chiusura delle negoziazioni con il Comune di Roma”. Le risposte dell’ad Fienga, invece, sono state incentrate più sulla figura di Baldini: “È un consulente dell’azionista di maggioranza, non ha ruolo nella governance della società. Il management della Roma è il soggetto collettivo che elabora le strategie e ne determina l’esecuzione. Qualsiasi investitore usa confrontarsi con degli esperti del settore in cui investono e probabilmente Baldini è uno di questi esperti. La decisione delle strategie è solo del management e, da quando sono CEO, la selezione del nuovo ds e la scelta del nuovo coach Fonseca sono avvenute solo tramite processo decisionale gestito dal management”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy