Assemblea azionisti Roma, Fienga: “Baldini consulente di Pallotta, non ha ruolo in società”

Assemblea azionisti Roma, Fienga: “Baldini consulente di Pallotta, non ha ruolo in società”

Prima l’arrivo del nuovo tecnico Fonseca, nuovo appuntamento a Trigoria. Il vicepresidente Baldissoni: “Le voci sul Qatar sono false. Per lo stadio valutiamo alternative”. L’ad: “La decisione delle strategie è solo del management”

di Redazione, @forzaroma

Dopo lo sbarco di Paulo Fonseca nella Capitale, la giornata della Roma non si ferma qui. A Trigoria, infatti, è tempo di una nuova assemblea degli azionisti della società giallorossa, durante la quale sarà nominato un componente del Consiglio di Amministrazione in sostituzione del consigliere dimissionario. Presenti  il vice presidente Mauro Baldissoni e l’amministratore delegato Guido Fienga.

Questi gli ordini del giorno:

Parte ordinaria:
• nomina di un componente del Consiglio di Amministrazione in sostituzione del consigliere dimissionario; deliberazioni inerenti e conseguenti;

Parte straordinaria:
• proposta di eliminazione dell’indicazione del valore nominale delle azioni ordinarie A.S. Roma S.p.A. e conseguente modifica dell’articolo 5 dello Statuto Sociale; delibere inerenti e conseguenti;
• provvedimenti ai sensi dell’art. 2446 cod. civ.: riduzione del capitale sociale per perdite e conseguente modifica e aggiornamento dell’articolo 5 dello Statuto Sociale; delibere inerenti e conseguenti. Capitale sociale e diritti di voto Il capitale sociale sottoscritto e versato è pari ad Euro 94.332.348,00 rappresentato da n. 628.882.320 azioni ordinarie del valore di Euro 0,15 ciascuna. Ogni azione dà diritto ad un voto.

LIVE

Ore 17.25 – Si conclude l’Assemblea degli Azionisti. Baldissoni: “Grazie a tutti della partecipazione, buona giornata e forza Roma”.

Ore 17.15 – Si passa alla votazione sulla riduzione del capitale sociale per perdite e conseguente modifica e aggiornamento dell’articolo 5 dello Statuto Sociale: favorevoli 99,99%, contrari 0,009%, astenuti 0,001%.

Ore 17.12 – Si passa alla votazione sulla proposta di eliminazione dell’indicazione del valore nominale delle azioni ordinarie A.S. Roma S.p.A. e conseguente modifica dell’articolo 5 dello Statuto Sociale, primo punto della parte straordinaria: favorevoli 99,99%, contrari 0,009%, astenuti 0.001%.

Ore 17.03 – Si passa alla votazione della nomina di un componente del Consiglio di Amministrazione (Gregory Scott Martin, ndc) in sostituzione del consigliere dimissionario: favorevoli 99,4%, astenuti 0,6%.

Ore 17.00 – Terminano gli interventi.

Ore 16.40 – Anche l’amministratore delegato Guido Fienga risponde alle domande degli azionisti:

Andamento costi: saranno in linea con i costi del trimestre precedente. Al termine dell’anno subentrano le cessioni dei calciatori che dovrebbero generare dei ricavi. La logica è massimizzare il ritorno sulla cessione degli asset, non per forza farla. Solo se si verifica l’ipotesi in cui c’è un’offerta che ne valorizzi la capacità. Siamo concentrati sull’aumento della competitività di una squadra nonostante una revisione dei costi della stessa. Degli errori sono stati fatti, il costo della squadra è aumentato, non solo il monte ingaggi ma anche l’ammortamento dei cartellini, ed è aumentato più della competitività. Cerchiamo di convertire il contributo dei due fattori, lasciando invariata la competitività e portando il costo della squadra compatibilmente con le ambizioni che restano molto alte.

Baldini è un consulente dell’azionista di maggioranza. Non ha ruolo nella governance della società. Il management della Roma è il soggetto collettivo che elabora le strategia e ne determina l’esecuzione. Qualsiasi investitore usa confrontarsi con degli esperti del settore in cui investono e probabilmente Baldini è uno di questi esperti. L’azionista di maggioranza fa il challenge, ossia la verifica delle proposte che arrivano dalla società con i suoi consulenti e uno di questi è Baldini. La decisione delle strategie è solo del management, da quando sono CEO, dal processo di selezione del nuovo ds e dalla scelta del nuovo coach Fonseca, è avvenuto solo per un processo decisionale gestito dal management di questa società.

La Roma è tra le due/tre squadre in Italia che punta tanto sui giovani. Il Torino? È facile che ci sia una relazione tra i due giovani che vanno là e il direttore sportivo che forse verrà da noi, ma negli ultimi 5 anni 6 giocatori del nostro settore giovanile sono andati nel Torino. Quando i nostri giocatori pensano di non trovare spazio da noi provano altrove. La Roma è un contesto competitivo, normalmente non perdiamo nessun giovane che non vogliamo perdere.

Una cosa posso assicurarla: non c’è organizzazione se non c’è disciplina, e stiamo migliorando. Dobbiamo migliorare e ce la mettiamo tutta. Non può più essere tollerato che la Roma sia una piattaforma usata da chiunque dentro e fuori Trigoria per poter fare quello si vuole. La Roma è un’aspirazione e una società seria.

L’ufficio di Londra ha un gruppo di professionisti ristretto che si occupa della ricerca di sponsor internazionali, nel corso di questi anni si è visto. È a Londra perché è il mercato in cui questo tipo di sponsor operano e in cui confrontano anche le squadre nostre competitor, non solo della Serie A ma anche del calcio europeo. Sono le multinazionali che investono nel calcio europeo e quindi per attrarre queste aziende bisogna andare a Londra“.

Chi paga Baldini? È pagato dall’azionista di maggioranza, quindi da AS Roma SPV LLC“.

Ore 16.30 – Dopo una pausa, il vicepresidente Mauro Baldissoni risponde alle domande:

Utilità del nuovo consigliere: Stanley Gold ha partecipato al 71% dei cda che si sono tenuti fino ad oggi. Il ruolo del consigliere è diverso da un dirigente operativo.

Valore della maglia: il valore del training kit è secondo solo alla Juventus, l’ambizione della società è migliorare anche questa voce visti gli investimenti sul personale che si occupa di questo comparto.

Pastore: l’acquisto di Pastore, giusto o sbagliato che fosse, non ha nulla a che vedere con i rapporti commerciali con la Qatar Airways.

Costo personale non sportivo: il costo ammonta al 9% del costo del personale sportivo.

Quota di ricavi sulla maglia di Totti: non esistono le maglie di Totti, esistono le maglie della AS Roma. Andando in qualsiasi negozio potete comprare una maglia della Roma in cui potete chiedere di scrivere qualsiasi nome, tra cui quello anche di Totti. La quota dei ricavi è prevista sulle vendite delle maglie della Roma

Procedura stadio: io mi occupo della questione stadio e, oltre al proponente e al proprietario delle terre, è necessaria anche la presenza della società sportiva. Non c’è un tema di problematica di finanziamento per le infrastrutture o di costruzione, non è un tema oggetto di discussione.

Progetto stadio a Fiumicino: è opportuno che gli investitori valutino eventuali proposte alternative al fine di salvaguardare gli investimenti fatti fino ad oggi nell’eventualità, oggi non attesa, che possa esserci una negativa chiusura delle negoziazioni con il Comune di Roma.

Fondi del Qatar: voci false, come ripetutamente dichiarato dalla Roma e dal presidente Pallotta. Non ci sono elementi di nessun tipo.

Il presidente assente: Non viene da circa un anno, non viene neanche a Londra così di frequente. La Roma ha un ufficio a Londra da diverso tempo e non è strano che possa passare lì per riunioni legate a far crescere ricavi.

Seconda squadra: l’Under 23 è una situazione che la Roma monitoria. Non siamo gli unici a non aver rinvenuto le condizioni per farlo, nel frattempo daremo corso a una squadra Under 18 con il fine di perseguire un miglior sviluppo dei calciatori della Roma, un patrimonio a cui la società dedica molta attenzione”.

Ore 15.45 – Parla di nuovo Palma: “Mi domando come prevediamo l’ultimo trimestre? Buono, cattivo, pari o sotto? Non pretendo le cifre esatte ma la valutazione dovrebbe essere dimostrabile. Che pensiero avete formulato per il futuro? Riusciremo a diminuire i costi? Riusciremo a diminuire il monte ingaggi che somiglia a grandi club europei che vincono? O vogliamo continuare con questa politica faraonica di giocatori costosi ma che non sono forti? Monchi era famoso per lavorare su margini bassi, improvvisamente arriva a Roma e spende e spande senza controllo? Chi gli ha dato questa possibilità? Abbiamo fatto un grande favore agli amici qatarioti prendendolo al PSG, mi aspettavo quest’anno che ricambiassero il favore, se la sponsorizzazione finalmente arrivata questa non è una degna da grande club. Non è il caso di dare maggiore fiducia ai giovani che vengono regalati in giro? Se non abbiamo i soldi per fare la concorrenza al Real Madrid dovremo cercare di lavorare e valorizzare i giovani. Non avevamo un sistema infallibile per cercare giocatori che diventeranno campioni? Il nostro capitale sociale è troppo basso anche in previsione del futuro che ci attende perché penso che i costi saranno alti e ricavi alti”.

Ore 15.40 – È il turno dell’azionista Mario Staderini: “È possibile avere un dato? Da una parte c’è il costo del personale sportivo e dall’altra il costo della società per incarichi e collaborazioni di dipendenti che non riguardano la parte sportiva. Negli ultimi giorni ci sono state affermazioni sui giornali sul ruolo del dottor Baldini con la Roma. Che tipo di incarico ha? Riguarda la Roma? È stipendiato da un’altra società del gruppo? Si può sapere la cifra? In che modo i consigli e le decisioni del signor Baldini sono comunicati ai dirigenti? Parla con voi o parla con il presidente Pallotta che poi riferisce a voi i consigli? Quali sono i ricavi della Soccer sas e quale parte viene investita nella gestione della squadra? Nel bilancio preventivo sono state messe in carico le maglie di Totti? Quale è stato il ricavo per le maglie di Totti? Sono state messe in preventivo le maglie con scritto dietro Baldini? Perché la Roma perde giocatori della Roma Primavera e non viene affidata a Francesco Rocca? Vorrei avere notizie sulla procedura dello stadio e sulla presunta difficoltà messa in essere dal sindaco sulle infrastrutture, ci sono novità negli ultimi incontri rispetto al finanziamento di queste opere? La società ha capito che per fare quelle infrastrutture ci vogliono 4 anni? Come mai la Roma un incarico di questo tipo allo stadio? L’incarico prevede una remunerazione per stare dietro la procedura stadio? Notizie sugli incontri con il sindaco di Fiumicino? Io personalmente ho visto un’idea progettuale che – posso scommettere – in quattro anni sarebbe pronta, volevo offrire la mia disponibilità gratuita. Conosco un ingegnere che ha sviluppato un’idea progettuale per costruire uno stadio dentro Roma in un’altra area in quattro anni. Sul Qatar abbiamo letto numero agenzie in cui è emerso un eventuale interessamento sul Qatar sport investment sull’acquisizione della Roma. Vorrei sapere se è vero che è stata esplorata la possibilità che QSI acquisisca la Roma? Sono andate avanti le cose? È vero che il QSI ha espresso riserve sul progetto stadio? Perché il presidente Pallotta non viene in Italia da un periodo superiore a un anno? Perché le riunioni vengono fatte a Londra e quant’è il costo delle riunioni a Londra?”.

Ore 15.30 – Prende la parola l’azionista Fabio Palma: “Il presidente non si fa vedere mai, sono le 15.30 a Boston, è l’ora giusta per una bella colazione. Poteva intervenire in vestaglia a e darci un saluto. Non si impara mai dagli errori fatti, la società spende tanto per la comunicazione e riesce a fare una comunicazione che peggio non si può. Serve davvero un nuovo componente del CdA? Cosa sa della Roma? È una targhetta onorifica per dire che è del CdA? Abbiamo bisogno di persone operative e versate nell’argomenti per dare un contributo concreto. Abbiamo visto persone di belle speranze ma superflue e inutili, tanto per riempire e dire che siamo una società internazionale. Bisogna fare qualcosa di più importante viste le ultimi vicissitudini che non ci hanno messo in una luce meravigliosa”.

Ore 15.10 – Comincia l’Assemblea degli Azionisti della Roma. Presenti il vice presidente Mauro Baldissoni e l’amministratore delegato Guido Fienga. Prende subito la parola Baldissoni: “Raccomando che gli interventi siano chiari e concisi, nei limiti dei 5 minuti ciascuno, con una successiva replica da contenersi entro i 3 minuti. Alle domande sarà data risposta al termine di tutti gli interventi. Sono attualmente presenti 27 aventi diritti al voto. Iniziamo con il primo punto di parte ordinaria. Il CdA ha preso atto delle dimissioni di Stanley Phillip Gold ed ha nominato il signor Gregory Scott Martin, il quale ha accettato la candidatura”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy