Maksimovic nome caldo per la difesa. Villar: “Grazie Atletico, ma alla Roma si fidano di me”

Nei pensieri del club giallorosso anche Hysaj, conteso anche da Lazio e Milan. Trigoria, ancora a parte tutti gli infortunati. Juan Jesus guarisce dal Covid

di Iacopo Erba

Sguardo fisso sul futuro, senza mai dimenticare il presente. In casa Roma continuano i ragionamenti in vista della prossima stagione. Il club giallorosso sta iniziando a delineare la propria strategia, a cominciare da quelli che rappresenteranno i pochi asset fondamentali della squadra. Le certezze si chiamano, ad oggi, Villar e Veretout.

Lo spagnolo ha confermato in prima persona la propria volontà di restare: “L’interesse dell’Atletico Madrid fa piacere, ma a Roma c’è un progetto ambizioso”. Anche il francese ex Fiorentina non si muoverà, parola del suo agente Mario Giuffredi: “Non andrà mai al Napoli, è diventato importante qui ed è giusto che rimanga”.

LaPresse

Mercato: Roma forte su Maksimovic, piace sempre anche Hysaj

 

Al quartier generale di Trigoria si pensa anche alle prossime mosse per il mercato estivo. Tiago Pinto sembra intenzionato quantomeno a valutare con attenzione le occasioni di mercato, a cominciare dai parametri zero. Anche per questo c’è stata un’accelerata significativa da parte della Roma per arrivare a Maksimovic. Il centrale del Napoli è in scadenza di contratto il prossimo giugno e chiede un ingaggio da circa 3 milioni a stagione, i giallorossi ci pensano ma la concorrenza non manca.

Nuove pretendenti anche per Hysaj: oltre al Milan, si è registrato in queste ore un interessamento anche da parte della Lazio per il laterale albanese. Un altro terzino, il brasiliano del Monza Carlos Augusto, ha invece raccontato di aver rifiutato la corte del club capitolino, preferendo il trasferimento in Brianza: “Il progetto qui è grandioso, ho fatto la scelta giusta”.

LaPresse

Trigoria, ancora a parte tutti gli infortunati. Jesus guarito dal Covid

 

Chi ha ben altri pensieri per la testa è invece Fonseca, tutt’altro che sicuro di restare alla guida della squadra per la prossima stagione. Il tecnico portoghese, intanto, ha guidato oggi la squadra a Trigoria senza recuperare nessuno dei big da tempo infortunati: terapie per Cristante e Kumbulla, rientrati anzitempo dalle proprie Nazionali anche loro per problemi fisici. Regolarmente presente invece il trio spagnolo Pau Lopez-Perez-Pedro, da tempo sul banco degli imputati e chiamato a dare di più alla causa. Rientrerà presto invece Juan Jesus, che ha smaltito il Covid.

C’è stata oggi gloria anche per chi, al centro sportivo Fulvio Bernardini, è stato protagonista nel recente passato della Roma. A ricordare i propri trascorsi con il club è stato Salah, da anni trascinatore del Liverpool: “Ho lavorato tanto con Spalletti, ci allenavamo insieme sui tiri”. Protagonista di giornata anche Totti, rievocato dall’ex compagno Simplicio e punzecchiato dalla moglie Ilary Blasi: “In discoteca con Gascoigne? Ma se hanno 300 anni in due…”. L’ex capitano si consolerà certamente con i racconti di Antonio Cassano, fresco vincitore del Tapiro D’Oro: due grandi amici protagonisti, in passato, di folli serate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy