Cassano: “Con Totti passavamo notti intere fuori, poi andavamo direttamente a Trigoria”

Fantantonio commenta “Speravo de morì prima”: “I primi 5-6 mesi Francesco era single e uscivamo fino alla notte. La serie non mi è piaciuta, la realtà non supera il 5%”

di Redazione, @forzaroma

Antonio Cassano aveva già criticato la serie su Francesco Totti. Oggi è tornato a parlarne a “Striscia la Notizia”, che con Valerio Staffelli gli ha consegnato un Tapiro d’oro proprio per le frasi su “Speravo de morì prima”: “La serie mi è piaciuta molto poco: la realtà non supera il 5%, il resto è romanzato – ha detto l’ex fantasista. Io vengo fatto passare per un invadente, per qualcuno che non sono: fuori casa sono un pazzo scatenato, lo ammetto, ma a casa di Francesco mi sono sempre comportato bene. Non ho mai sbattuto le porte. Per non parlare dell’attore che fa la mia parte: non sarò bello, ma lui è peggio. Castellitto con Francesco non c’entra niente, assomiglia più a Perin. Totti i primi 5-6 mesi quando sono arrivato era single, uscivamo dalla mattina fino alla notte. A volte la mattina successiva andavamo direttamente a Trigoria. Poi si è fidanzato e io ho cominciato a fare disastri da solo. Ma avevo 20 anni. Oggi, se tutto va bene, a mezzanotte mi addormento sul divano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy