Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

La Roma studia la pista Guedes e fa l’occhiolino a Raspadori. In uscita Veretout

Getty Images

Con il campionato fermo, sono anche le operazioni in entrata a catalizzare l'attenzione dei tifosi: c'è Raspadori, ma che sogno sarebbe Dybala.

Redazione

Con il campionato che, dopo mesi di trasferte - anche europee -, si è preso un po’ di meritato riposo, tutta l’attenzione dei tifosi si è catalizzata sul calciomercato, e anche sulla Nazionale. Che non dovrà farsi sfuggire, per la seconda volta di fila, la possibilità di andare ai Mondiali. Come però è incerto il futuro degli uomini di Roberto Mancini, chiamati al primo bivio cruciale di un percorso che va avanti nel 2017 e che ci ha visto trionfare nello stadio di Wembley, davanti agli occhi degli inglesi, padroni di casa, così tanti giocatori potrebbero cambiare maglia l’anno prossimo, proseguendo la carriera altrove o dandogli una svolta epocale.

Per il calciomercato non c'è solo Zaniolo. Derby come spartiacque

Nicolò Zaniolo, che alla spedizione in Inghilterra non ha potuto partecipare per problemi fisici, sembra aver ritrovato un sorriso coccolato dal ct azzurro. Quello stesso sorriso che ha potuto condividere solo in parte con i suoi compagni dopo il derby stravinto con la Lazio, perché accomodato sulla panchina, assieme a José Mourinho - di questo ha parlato anche il suo agente, Claudio Vigorelli, in un'intervista.

 Getty Images

Le voci di un suo contatto con la Juventus cominciano a diventare un coro, in cui tutti cantano con la stessa tonalità. E con tanti dettagli che sembrano andare nella stessa direzione. Intanto, è stato fissato un prezzo per l’attaccante giallorosso: 70 milioni o non se ne fa niente, non se in cambio non arriva qualcuno di più funzionale al gioco dello Special One dicono alcuni.

A questo proposito, inizia a circolare il nome di Weston Mckennie, una contropartita che potrebbe sostituire alla grande un altro dei protagonisti delle passate stagioni, che con il portoghese è stato sorpassato nelle gerarchie da altri giocatori. Jordan Veretout, che ha rifiutato il rinnovo di contratto anche per divergenze sul ritocco dell’ingaggio - ha chiesto sei milioni, la Roma ne ha offerti quattro contro i 2,7 più bonus che percepisce ora, e almeno fino al 2024 -, a fine stagione preparerà le valigie e lascerà la Capitale. Anche per lui è stato fissato un prezzo.

In attacco, indubbiamente, la questione si fa più succosa. Con un altro Zaniolo, che possa raccogliere l’eredità del numero 22 accanto al Remida Tammy Abraham. La pista più calda è quella che porta a Gonzalo Guedes. L’esterno attacco, portoghese, del Valencia piace molto a Mourinho. Sponsorizzato dal tecnico, e da Jorge Mendes, potrebbe arrivare per non meno di trenta milioni.

 Getty Images

Ovviamente non è l’unico. C’è anche Giacomo Raspadori che rientra nella lista di Tiago Pinto, volato a Parigi già lunedì per iniziare a tessere le trame della Roma del prossimo anno. L’attaccante del Sassuolo, una delle felici conferme di questa stagione calcistica, è molto corteggiato. Anche dalla Juventus, che ha messo nel mirino anche una vecchia conoscenza della Serie A, e soprattutto giallorossa: Mohamed Salah.

La strada dei bianconeri si intreccia anche con altro calciatore: il nuovo sogno si chiama, infatti, Paulo Dybala, a giugno parametro zero di lusso. Se sognare non costa niente, esattamente come il cartellino della Joya, l’ingaggio dell’argentino potrebbe essere un problema per la società di Ryan Friedkin. Forse anche quello di Jorginho, che il Chelsea è costretto a cedere per quanto successo al numero uno, Roman Abramovich. L’agente, Joao Santos, ha dichiarato che il campione d’Europa con i Blues e con la Nazionale, vorrebbe tornare a giocare in Italia.

 Getty Images

A tre giorni dal derby stravinto, emozioni contrastanti tra le due sponde del Tevere

Tutto sommato, però, c'è anche il tempo per fare dei bilanci. Con il derby di domenica che potrebbe rappresentare uno spartiacque fondamentale nel cammino di crescita della Roma, specialmente in campionato. Se i giallorossi godono per una vittoria strameritata - e Mourinho concede ai calciatori addirittura cinque giorni di riposo -, i tifosi della Lazio ancora non hanno digerito il 3-0 firmato Abraham e Lorenzo Pellegrini e se la sono presi con il social media manager della società, poco rispettoso nel mandare online l'intervista di Maurizio Sarri del post partita.