Friedkin-Raggi, incontro per il nuovo stadio. Fonseca: “La Roma non è depressa”

Villar: ”Sono in un grande club”. Smalling tra i convocati, Vlahovic torna di moda per il futuro, mentre Prandelli avvisa: ”Non saremo una vittima predestinata”

di Gianluca Viscogliosi

Una Roma ferita, vogliosa di riscatto ma non giù di morale dopo la sconfitta con i rossoneri. Questo il monito che ha lanciato Paulo Fonseca in conferenza, mostrando le unghie alla vigilia della spinosa gara contro la Fiorentina: “Abbiamo sempre reagito bene dopo le sconfitte e per me è un punto positivo. La squadra non è entrata in depressione, come molti invece hanno fatto fuori. Ma qui la squadra non è in depressione“. Voltare pagina quindi, archiviando in fretta la brutta sconfitta contro il Milan puntando a riprendere la rincorsa Champions. Cercando però di evitare gli errori individuali: “In porta giocherà Pau Lopez, a cui chiedo di giocare sempre con la squadra. Quello che non dobbiamo fare è lasciare palloni agli avversari quando non siamo pressati. Questo ci è mancato contro il Milan“. Una presidenza che si aspetta il quarto posto per programmare meglio il futuro, specialmente dopo il ‘no’ a Tor di Valle che ha fatto capire come i Friedkin vogliono pensare con calma agli investimenti nella Capitale. Proprio per questo oggi c’è stato un summit al Campidoglio tra la proprietà romanista – accompagnata da Scalera e Fienga – e la Sindaca Virginia Raggi, dove è stata ribadita la volontà di creare la futura casa per i tifosi romanisti.

 

 

Grinta Villar: “A Roma non sento la responsabilità”

 

A incrociare le spade con i giallorossi ci sarà la Fiorentina, reduce come la Roma da una sconfitta, quella contro l’Udinese che ha mandato su tutte le furie la società. Cesare Prandelli ha provato a delineare i temi della vigilia, parlando in conferenza dell’importanza dei punti in palio per la sua viola pochi minuti prima della rifinitura: “Il presidente è deluso, adesso dobbiamo tirare fuori l’orgoglio. Non saremo una vittima sacrificale, ma vogliamo cercare di giocarcela con la Roma”. E poi il tributo a Fonseca: “Va avanti per la propria strada, pur prendendo delle decisioni magari impopolari: prima arrivano le caratteristiche dei giocatori che hai e poi arriva l’idea di gioco“. L’allenatore giallorosso, che ritrova Smalling tra i convocati, risponderà con qualche cambio, riproponendo dall’inizio Pau Lopez, scegliendo un Kumbulla al meglio al posto di Fazio  e probabilmente dando un turno di riposo a Villar. Lo spagnolo, apparso in ombra nelle ultimissime uscite, ha parlato ai media spagnoli facendo un bilancio della sua prima annata romanista e commentando questi mesi da titolare: “Non potevo chiedere di meglio quest’anno. Non ricordo molti giocatori che hanno fatto un salto del genere dalla serie B. Ho una responsabilità senza dubbio molto grande perché sono in un grande club, però non la sento più di tanto perché faccio quello che mi piace”.

 

Vlahovic, Lacazette e gli altri: è caccia al nuovo Dzeko

 

Destini incrociati e possibili scenari. Quelli che si intrecceranno domani sera al Franchi. Non ci sarà Dzeko, ma nella sfida a distanza tra bomber ci saranno i due attaccanti che si potrebbero contendere la nove giallorossa del futuro. Da una parte Borja Mayoral che, nonostante i bottino di gol e le coccole di Fonseca, continua a non convincere soprattutto per l’atteggiamento nelle gare di cartello. Dall’altra Dusan Vlahovic, che da tempo è nei radar di Trigoria ma che porta con sé un costo del cartellino di circa 30 milioni di euro. Un giovane su cui però non è convinto il bomber grande ex della partita, Roberto Pruzzo: “È migliorato, anche grazie alla fiducia che ha ricevuto dall’allenatore. A volte il suo atteggiamento è discutibile, l’impressione è che sia un po’ presuntuoso. È un calciatore che si deve fare, ha ancora bisogno dei compagni. Credo che lui si senta un fuoriclasse ma ancora non lo è”. Tra lo spagnolo e il serbo chissà che non possa inserirsi un francese. Secondo i media inglesi infatti Lacazette potrebbe non rinnovare con l’Arsenal e la Roma sarebbe alla finestra per strapparlo alle altre pretendenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy