Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Difesa blindata e testa sulle spalle: la Roma è di ferro. Mourinho pensa a Matic

Getty Images

I giallorossi sono cresciuti sotto tutti i punti di vista e i numeri confermano, tra gol subiti e realizzati nel finale, ma non solo. Il serbo pista possibile per il centrocampo

Francesco Iucca

La Roma è tornata da Napoli con un solo punto, ma con tanta fiducia per un secondo tempo di livello importante che ha lasciato soddisfatto tutto l'ambiente. Ne sono testimonianza in primis le pagelle dei quotidiani, con El Shaarawy e Smalling sugli scudi. Anche se c'è stata una coda polemica dopo il fischio finale del match, con Mourinho che parlato di tre episodi sfavorevoli alla Roma. Non sono i primi torti subiti dai giallorossi in questa stagione: sono infatti sette i punti che la squadra dello Special One avrebbe potuto o dovuto avere in più calcolando tutti gli episodi. A Trigoria devono 'accontentarsi' dei nove punti che invece sono arrivati negli ultimi 5 minuti di partita, i gol segnati in zona Cesarini che portano la Roma a ridosso del quarto posto. Un distacco di tre punti dalla Juve che lascia l'obiettivo possibile: una forbice così ridotta a questo punto della stagione non si verificava da ben tre anni.

Un andamento che è stato possibile anche grazie al rendimento difensivo, salito vertiginosamente dopo il 3-4 con la Juve. Da quella serata solo nove reti subite e la miglior difesa dopo il 75'. A quello tattico, però, è stato adottato anche un cambio di marcia dal punto di vista mentale. Ora la Roma sembra somigliare di più a Mourinho, non molla mai e reagisce trovando anche aiuto nella panchina e in quei giocatori che sembravano fuori dal progetto solo pochi mesi fa. Gli episodi arbitrali però continuano a far discutere. Ad esempio l'ex direttore di gara Massimo De Santis si è scagliato contro l'allenatore della Roma, difendendo invece Di Bello: "Mourinho non fa altro che nascondersi dietro l’arbitro. Ora, però, si sta esagerando.Deve intervenire duramente la Federazione. Di Bello è un ottimo arbitro, ha fatto benissimo. Se applicare le regole del gioco è una colpa, siamo fuori da ogni discorso. Ha arbitrato in maniera eccellente".

 Getty Images

Di parere opposto un altro ex arbitro come Paolo Bergamo: "La prestazione del direttore di gara è stata assolutamente negativa. L'ho visto discontinuo e insicuro e l'intervento di Meret su Zaniolo era fallo e rigore". Intanto è stata confermata e ufficializzata la squalifica di Nicolò Zaniolo, che salterà quindi il match con l'Inter. Cristante diffidato. Sul capitolo mercato c'è il nome di Matic del Manchester United in orbita giallorossa, soprattutto dopo l'annuncio dell'addio. Il serbo piace a Mourinho che lo prenderebbe volentieri. In passato è stato accostato anche Loftus-Cheek del Chelsea, ma l'inglese vorrebbe restare in Premier. Intanto già si scalda lo scontro tra Roma e Leicester per la semifinale di Conference League: da domani via alla vendita libera dei biglietti. Nel frattempo José Mourinho ha fatto visita ai piccoli pazienti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, scattando selfie e autografi, portando ovviamente diversi doni insieme anche a Nuno Santos.