Roma senza Smalling col Benevento. Pronto il rinnovo di Zaniolo: contratto fino al 2025

Contro i campani conferma per il trio Mancini-Ibanez-Kumbulla. L’albanese: “Non dobbiamo porci limiti”. Il numero 22 verso il prolungamento a 3 milioni a stagione

di Paolo Franzino, @PaoloFranzino

Domenica la Roma tornerà in campo per affrontare il Benevento, nel posticipo domenicale della quarta giornata di Serie A. Fonseca parlerà in conferenza stampa nella giornata di domani (ore 14), intanto ha diretto il primo allenamento con la partecipazione dei nazionali, che ieri, a parte Mancini e Cristante, avevano svolto una seduta differenziata. Il tecnico portoghese ha potuto contare su tutta la rosa ad eccezione dei lungodegenti Pastore, Zaniolo e Karsdorp, di Diawara, ancora in quarantena, e di Smalling, che a causa di una distorsione al ginocchio salterà il Benevento. Niente di grave, tuttavia l’infortunio costringerà il difensore inglese a rimandare il nuovo esordio con la maglia della Roma.

Verso Roma-Benevento. Kumbulla: “Non dobbiamo porci limiti”

 

Contro i giallorossi di Filippo Inzaghi, la difesa sarà quindi composta dal trio formato dai giovani Mancini, Ibanez e Kumbulla, lo stesso delle sfide contro Juventus e Udinese. L’ultimo arrivato, l’albanese ex Verona, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, dove ha parlato del suo inizio di stagione con la maglia della Roma: “Lo spogliatoio è unito, non dobbiamo porci limiti ma fare il meglio possibile. I Friedkin mi hanno fatto una buonissima impressione. Dzeko? Marcarlo in allenamento mi aiuta a migliorare”, queste alcune delle sue dichiarazioni.

LaPresse

L’assenza di Smalling non peserà, Fonseca sa far giocare bene le sue formazioni”, è stato invece il commento in conferenza stampa di Filippo Inzaghi, che ha presentato il match con la Roma. La statistica è dalla parte dei capitolini, che contro le neopromosse possono vantare una striscia, attualmente in corso, di 23 vittorie consecutive. L’ultimo stop risale al 2016, quando a Cagliari la rete di Sau – oggi in forza proprio al Benevento – fermò i giallorossi sul 2-2.

Zaniolo, vicino il rinnovo fino al 2025

 

Intanto è sempre più vicino il rinnovo di contratto di Nicolò Zaniolo. Al netto del grave infortunio e di qualche gaffe social, il centrocampista rimane un punto fermo della rosa di Fonseca e prolungherà il suo contratto fino al 2025, passando a uno stipendio annuale di tre milioni. L’accordo è vicino: sarà definito nei dettagli e ufficializzato all’insediamento del nuovo direttore sportivo.

LaPresse

Zidane torna su Mayoral, Mkhitaryan ringrazia Salvini

 

Zinedine Zidane è tornato sul trasferimento di Borja Mayoral. In conferenza stampa, il tecnico del Real Madrid ha dichiarato: “Non parlerò dei dialoghi che ho avuto con lui, ma quando mi confronto con i miei giocatori cerco sempre di essere onesto” (l’attuale centravanti della Roma aveva svelato di aver chiesto la cessione, nonostante la volontà del club spagnolo di trattenerlo).

Henrikh Mkhitaryan ha invece ringraziato Matteo Salvini per essersi schierato via social con il popolo armeno, coinvolto nel conflitto con l’Azerbaigian: “Grazie per aver alzato la voce per la giustizia e il diritto alla vita del popolo di Artsakh”, il tweet dell’ex Arsenal.

Infine, oggi a Trigoria è andato in scena un incontro tra la Roma e Gianluca Rocchi, l’ex direttore di gara oggi consulente delle relazioni internazionali della Commissione Arbitri Nazionali. Al centro del dibattito è stato l’uso del Var, con Rocchi che ha risposto alle domande postegli dal gruppo di Paulo Fonseca.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy