De Rossi si ferma di nuovo: stop di 2-3 settimane. Pellegrini-Roma, lavori per il rinnovo

De Rossi si ferma di nuovo: stop di 2-3 settimane. Pellegrini-Roma, lavori per il rinnovo

Lesione di primo grado al bicipite femorale per il capitano: salta sicuramente Inter e Cagliari. Infiammazione al ginocchio per Nzonzi. Stadio, la Commissione Sport rinvia il parere sulla delibera Grancio-Fassina

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

In attesa di scoprire di più sul futuro e sul summit di Boston tra Pallotta, Massara e Baldini, la Roma è costretta a fare i conti con una nuova tegola muscolare non da poco. Nel primo pomeriggio capitan Daniele De Rossi è stato a Villa Stuart per svolgere gli esami strumentali alla coscia destra a causa dell’infortunio rimediato sabato scorso nella gara vinta contro l’Udinese. La diagnosi di oggi ha confermato i timori delle ultime ore: lesione di primo grado al bicipite femorale destro, dovrà rimanere fermo ai box tra le due e le tre settimane. De Rossi salterà sicuramente le prossime due sfide contro Inter e Cagliari, da valutare la sua presenza nei match successivi con Genoa e Juventus.

MANOVRE A CENTROCAMPO – Oltre a De Rossi, contro l’Inter mister Ranieri rischia di dover fare a meno anche di un altro centrocampista. Oggi, infatti, Steven Nzonzi è stato costretto a svolgere un lavoro differenziato a causa di un’infiammazione al ginocchio che lo ha tenuto fuori dai convocati dalla sfida di sabato contro l’Udinese. Il resto della squadra si è divisa tra allenamenti personalizzati (ma non per problemi fisici) ed esercitazioni tattiche sui campi di Trigoria. Presente anche Pellegrini, al lavoro insieme alla Roma e al suo agente per rinnovare il contratto. La clausola rescissoria continua a preoccupare, l’Inter ci pensa, ma Lorenzo non ha ancora l’intenzione di lasciare la città e la squadra in cui è cresciuto. A proposito di centrocampo: secondo le ultime indiscrezioni, la Roma sarebbe pronta a mettere sul piatto 20 milioni più bonus più il cartellino di un giovane per mettere le mani su Sandro Tonali del Brescia. Intanto Hasan Salihamidzic, direttore sportivo del Bayern Monaco, non nega l’interesse nei confronti di Zaniolo: “Ultimamente stiamo trattando vari profili. Conosciamo tanti giocatori, aspetteremo la fine della stagione, successivamente faremo i nostri compiti e vedremo cosa fare. Vogliamo rinforzarci, è chiaro, ma aspettiamo la fine della stagione, poi ne riparliamo”.

STADIO E NON SOLO – Questa mattina la proposta di delibera Grancio/Fassina – che prevede l’annullamento in autotutela della delibera Raggi sul pubblico interesse alla costruzione dello stadio della Roma – ha cominciato l’iter nelle varie commissioni consiliari. Alle 10.30 via alla seduta della Commissione Sport, che dopo poco più di un’ora ha rinviato la decisione in attesa di pareri uffici mancanti (lavori pubblici e mobilità). Passando dallo stadio al calciomercato, la Roma pensa al dopo Dzeko puntando Alexander Isak, centravanti classe 1999 di proprietà del Borussia Dortmund oggi in prestito al Willem II. Niente da fare per la Roma Primavera femminile: dopo aver rimontato un doppio svantaggio, le ragazze giallorosse sono state battute dall’Inter ai calci di rigore della finale scudetto. Intanto la Lega ha confermato il via del prossimo campionato nel weekend del 24-25 agosto, con Roma e Lazio che vanno verso l’ultima in trasferta. Chiosa con Sarah Felberbaum, che oggi è tornata a parlare di suo marito, capitan De Rossi: “Daniele è un uomo saggio, con un equilibrio naturale che io non ho. Ogni tanto mi dice di fare attenzione, soprattutto quando sono in promozione… Ho imparato che se accenno minimamente a lui, rischio di essere fraintesa dai tifosi. Devo sempre stare attenta a tutto quello che dico”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy