Coronavirus, Malagò: “FIGC potrebbe commissariare la Lega”. Martedì il consiglio straordinario

Coronavirus, Malagò: “FIGC potrebbe commissariare la Lega”. Martedì il consiglio straordinario

Si studia la sospensione del campionato italiano di calcio per evitare il contagio anche tra giocatori, tecnici e staff

di Redazione, @forzaroma

Cambiano le misure precauzionali italiane per arginare l’emergenza Coronavirus scoppiata nel mondo dello sport italiano. In mattinata si era espresso lo stesso Vincenzo Spadafora, ministro per le politiche giovanili e per lo sport, che aveva dichiarato in FIGC: “Valutiamo lo stop della Serie A. Non ha senso in questo momento mettere a rischio la salute dei giocatori, degli arbitri, dei tecnici, dei tifosi che sicuramente si raduneranno per vedere le partite”. Di seguito quella che è stata una domenica molto particolare nella nostra Serie A.

CRONACA DELLA GIORNATA

Ore 21.50 – Il presidente del CONI Malagò è intervenuto a Che tempo che fa per mettere ordine nel mondo dello sport dopo una giornata intensa: “Martedì o la FIGC conferma la decisione della Lega assumendosi la responsabilità o deve esprimere la contrarietà commissariando di fatto la Lega Serie A” (vai alla news).

Ore 20.45 – Prima del match tra Juventus e InterSky ha fatto leggere un comunicato in risposta alle accuse del ministro Spadafora: “Avrebbe dovuto modificare le regole e le leggi per ottenere quello che forse desiderava, ma non le ha cambiate. Ora afferma che le cambierà. Si assuma le sue responsabilità” (vai alla news).

Ore 19.20 – Sempre tramite 90esimo Minuto il Presidente Dal Pino ha risposto piccato al ministro Spadafora: “Da lui solo demagogia. Dichiarazioni errate nella forma e nella sostanza” (vai alla news).

Ore 18.35Damiano Tommasi, presidente dell’Aic (Assocalciatori), ha parlato ai microfoni di 90esimo Minuto: “Non possiamo far passare il messaggio che si può giocare a calcio in Italia. A tutti i livelli” (vai alla news).

Ore 18.30 Il Ministro dello Sport Spadafora duro contro la Lega e i vertici televisivi direttamente da 90esimo Minuto: “Si è pensato solo al denaro. Comportamento irresponsabile e fuori dalla realtà” (vai alla news).

Ore 17.45 – L’AIC tuona ai microfoni dell’Ansa: “I campionati vanno fermati. È pericoloso viaggiare da e per le zone rosse, è pericoloso giocare a calcio. Martedì ci sarà il consiglio federale, ci aspettiamo una cosa sola, la sospensione dei campionati fino a quando non ci saranno le condizioni per giocare” (vai alla news).

Ore 17.30 – La Lega Serie A ha voluto risponde al Ministro dello Sport Spadafora: “Il Consiglio di Lega Serie A, riunitosi nel frangente dello slittamento orario dell’inizio della gara del Tardini, ha ritenuto doveroso rispettare le indicazioni governative previste nel DPCM di questa mattina. Le reiterate e contrastanti dichiarazioni governative contribuiscono soltanto ad accrescere lo stato di confusione generale e sicuramente non aiutano il sistema a superare il momento di difficoltà generato dal Virus” (vai alla news).

Ore 15.30 – Il Ministro dello Sport Spadafora torna a parlare: “Martedì aspettiamo la decisione della Lega per quello che si farà per il campionato. Bisogna rispettare le regole, vedremo cosa succederà per le prossime partite. Purtroppo l’emergenza sanitaria continua, quindi ci saranno conseguenze sul campionato” (vai alla news).

Ore 14.45 – L’Associazione italiana calciatori proclama lo sciopero. Il provvedimento è arrivato a seguito di colloqui con i propri rappresentanti di Lega A, Lega B e di Lega Pro. (vai alla news).

Ore 14.15 – Federico Ferri, direttore di Sky Sport, risponde al Ministro Spadafora:Da parte dell’azienda è stata mostrata subito una grande disponibilità per permettere a tutti di seguire le gare in modo gratuito attraverso i nostri canali a disposizione in chiaro” (vai alla news).

Ore 13.45 – “Vista la richiesta del Ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora, sentito il Presidente del Coni Giovanni Malagò e preso atto della volontà del Consiglio della Lega di Serie A, titolata ad organizzare il campionato, di seguire le prescrizioni inserite nel DPCM sull’emergenza Covid19 e quindi di volere disputare le gare in programma a porte chiuse, il Presidente della Figc Gabriele Gravina ha convocato un Consiglio Federale straordinario per martedì 10 marzo”. Lo dichiara all’Ansa una fonte qualificata della Federcalcio.

Ore 13.30Siviglia-Roma di Europa League si potrebbe giocare a porte chiuse. (vai alla news).

Ore 13.20 – Milan-Genoa, in programma per oggi alle 15, è stata confermata.

Ore 13.05 – Sciolti gli ultimi dubbi: Parma-Spal si giocherà alle 13.45(vai alla news).

Ore 13.00 – C’è aspettare ancora un quarto d’ora: il match slitta alle 13.15(vai alla news).

Ore 12.30 – Le formazioni di Parma e Spal rientrano negli spogliatoi dopo appena 1 minuto di gioco. Gara rinviata di 30 minuti.  (vai alla news).

Ore 12.00 – Il ministro Spadafora dichiara: “Valutiamo lo stop della Serie A” (vai alla news).

Ore 11.00 – Tommasi: “Fermare il calcio è l’atto più utile al paese” (vai alla news).

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy