Coronavirus, l’AIC tuona: “I campionati vanno fermati, è pericoloso giocare a calcio”

Coronavirus, l’AIC tuona: “I campionati vanno fermati, è pericoloso giocare a calcio”

L’assocalciatori: “Martedì ci sarà il consiglio federale, ci aspettiamo una cosa sola, la sospensione dei campionati fino a quando non ci saranno le condizioni per giocare”

di Redazione, @forzaroma

Giornata molto caotica anche per l’AIC. Dopo la proclamazione di uno sciopero per le giornate dell’8 e 9 marzo è arrivato un brusco dietrofront. L’Assocalciatori però, ai microfoni dell’Ansa, ha voluto esprimere il proprio parere sulla situazione generale legata al coronavirus e sulla possibile sospensione del campionato di Serie A:

I campionati vanno fermati. Il segnale che le istituzioni sportive danno è pessimo. È pericoloso viaggiare da e per le zone rosse, è pericoloso giocare a calcio, è pericoloso salutarsi. Le squadre oggi stanno purtroppo scendendo in campo per dovere nei confronti di chi non ha il coraggio di decidere che il calcio non può avere deroghe contro il coronavirus. Martedì ci sarà il consiglio federale, ci aspettiamo una cosa sola, la sospensione dei campionati fino a quando non ci saranno le condizioni per giocare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy