Roma, multa per i cori contro Napoli e Cristante non si opera. Spinazzola: “Mancini è un animale”

Roma, multa per i cori contro Napoli e Cristante non si opera. Spinazzola: “Mancini è un animale”

La mano di Fonseca, intanto, si vede sempre di più: dal gioco alle attenzioni extra campo come il pranzo tutti insieme a Trigoria. Dall’Inghilterra, invece, arriva la notizia di un primo “no” del Manchester United per l’offerta dei giallorossi per Smalling

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

Il trend sembra cambiato. La Roma torna a sorridere e i fattori sono molteplici. Da una serenità ritrovata grazie ai risultati, alla notizia di un’operazione scongiurata per Cristante, fino ad arrivare alla decisione del Giudice Sportivo di multare il club, senza chiudere il settore che aveva riservato cori di discriminazione territoriale nei confronti dei tifosi del Napoli. Sanzione da 30 mila euro con diffida e ulteriori indagini che saranno svolte dalla Procura federale. Inoltre viene confermato il turno di squalifica per Cetin a seguito del doppio giallo. Salterà dunque la sfida con il Parma. Prima, però, c’è il Gladbach e nell’allenamento di oggi sono arrivate conferme positive sullo stato di forma di Diawara, da ieri regolarmente in gruppo. L’infermeria piano piano sembra svuotarsi e anche da Cristante arrivano buone nuove con il calciatore che continuerà la terapia conservativa dopo il distaccamento del tendine. I tempi di recupero si accorciano e dovesse andare tutto per il verso giusto, potrebbe rientrare intorno a metà gennaio. 

SPINAZZOLA – Sicuramente Bryan, viste le prestazioni di Mancini a centrocampo, potrà non affrettare i tempi. L’ex Atalanta sta convincendo tutti da mediano e anche Spinazzola lo ha consacrato in quel ruolo: “Fisicamente è un animale. Anche tecnicamente è molto pulito,  gioca sempre con la testa alta. Gianluca è forte. Imposta, fa i pallonetti. Ha fatto uno scavetto a Pastore incredibile”. Il terzino giallorosso poi pone l’attenzione sulla Var e come il nuovo regolamento stia cambiando il gioco del calcio: “Sono favorevole alla tecnologia, ma non eccessivamente. Aiuta in certe situazioni come il fuorigioco, ma sembra che appena sfiori la palla col mignolo sia rigore, ma non è calcio questo”. In tal senso Figc e Aia si stanno muovendo per fare durante la sosta un incontro con società e capitani per chiarire meglio i nuovi punti del protocollo Var. Giovedì in Europa League non ci sarà la tecnologia, ma come dice Spinazzola: “Con le vittorie abbiamo ritrovato serenità, ma serve anche equilibrio. Senza non si va da nessuna parte”. Fondamentale è stato anche l’inserimento di Smalling nell’undici titolare. Petrachi ha fatto una prima offerta da 15 milioni totali, ma dall’Inghilterra fanno sapere come la risposta del Manchester United sia stata negativa. Il diesse continuerà a lavorarci, così come Florenzi continuerà a correre e sudare a Trigoria con la speranza di tornare in campo già giovedì in Europa League. 

RAZZISMO – Prosegue, parallelamente al lato sportivo, la lotta della Roma al razzismo. L’ultima giornata di campionato, purtroppo, è passata agli onori delle cronache per l’ennesimo caso, durante Verona-Brescia, con protagonista Mario Balotelli. L’attaccante della Nazionale ha trovato il sostegno di tanti colleghi (come il giallorosso Juan Jesus) e non solo. Anche il club giallorosso oggi ha fatto sentire la sua vicinanza al bomber attraverso un tweet: La Roma si schiera al fianco di Mario Balotelli per gli insulti razzisti di domenica. Che siano 20 o 2000 persone, il razzismo è inaccettabile. È ora di scegliere da che parte stare, tra chi è pronto a opporsi al razzismo e chi gli permetterà di distruggere il gioco che amiamo”. Il Giudice Sportivo ha poi chiuso per un turno la curva veronese in seguito a quanto successo domenica pomeriggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy