Roma, è Smalling il ‘Mister X’ per la difesa. Slitta l’arrivo di Pallotta. Defrel-Sassuolo: affare fatto

Roma, è Smalling il ‘Mister X’ per la difesa. Slitta l’arrivo di Pallotta. Defrel-Sassuolo: affare fatto

Il centrale, in prestito dallo United, sarà domani in città. Il francese torna in Emilia, mentre Olsen tratta con il Cagliari. Il derby verrà diretto da Guida

di Gianluca Viscogliosi

Niente Rugani, niente Lovren e niente Burda. Il centrale di livello invocato da Fonseca sarà Chris Smalling. Il difensore dello United, chiuso nel ruolo da Lindelof e dal nuovo acquisto Maguire, sbarcherà domani a Roma con la formula del prestito, per portare nella Capitale esperienza, solidità e ambizione. Quella voglia di un calciatore e di un uomo, impegnato insieme alla moglie Sam in tante iniziative sociali, desideroso di riproporre quel talento visto in lui da Ferguson nel lontano 2010. Trattativa lampo, quella giallorossa, un vero e proprio blitz britannico che ha spiazzato tutti, addetti ai lavori e tifosi. Quelli della Roma, che hanno accolto con piacere il nome di Smalling, e quelli dei Red Devil, al contrario spiazzati e increduli dalla scelta della dirigenza britannica. Per un inglese che arriva, un americano che rimanda. Il presidente Pallotta, al contrario di quanto trapelato nei mesi scorsi, sarà infatti nella Capitale nella seconda metà di settembre, un ritorno vicino alla squadra dopo circa un anno di assenza.

SUDORE – Nel quartier generale di Trigoria il tecnico lusitano continua la preparazione in vista del derby, la stracittadina in programma domenica pomeriggio che verrà diretta dal signor Guida di Pompei, con cui la Roma non vince dal 2017. Accantonata la scaramanzia, ci sarà da capire i cambiamenti che Fonseca potrebbe proporre nell’undici titolare, specialmente per quello che riguarda gli esterni. Tiene banco l’ipotesi dell’avanzamento di Florenzi nel reparto offensivo, con l’innesto dal primo minuto di Zappacosta, apparso in palla nei minuti contro il Genoa nonostante i pochi allenamenti con il gruppo. In difesa possibile l’inserimento di Mancini mentre nel cuore del campo l’energia di Veretout potrebbe affiancare Cristante, con lo spostamento sulla trequarti di Pellegrini. E’ stato proprio l’ex Atalanta a lanciare la sfida alla Lazio nel consueto Match Program, fotografando anche il suo personale momento di forma: “Sono cresciuto in consapevolezza e in serenità, due elementi che mi aiuteranno a fare ancora meglio rispetto allo scorso anno“. Un passaggio, poi, sull’assist contro il Genoa a Dzeko: “Edin è un campione, il giocatore migliore che abbiamo. Siamo contenti del suo rinnovo“. Una mossa decisiva, sulla quale è tornato a parlare l’intermediario del bosniaco Silvano Martina, che ha ridato sprint e fiducia alla piazza giallorossa.

VALIGIA – Chi invece continuerà la sua esperienza calcistica lontano dalla Capitale è sicuramente Gregoire Defrel. Dopo le offerte della Samp e il rilancio del Sassuolo, è stata proprio la società neroverde a spuntarla sulla concorrenza, con un accordo sulla base di 16 milioni complessivi tra prestito e obbligo di riscatto. Beffato quindi anche il Cagliari di Giulini, che potrebbe però tenere aperto il canale romano per la situazione portiere. Con Cragno K.O., lo svedese Robin Olsen sarebbe una scelta di esperienza per i sardi, con il nodo ingaggio da discutere con l’entourage del calciatore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy