Roma-Dzeko-Inter, ecco i giorni decisivi. Petrachi rilancia per Alderweireld

Roma-Dzeko-Inter, ecco i giorni decisivi. Petrachi rilancia per Alderweireld

L’agente del bosniaco ha incontrato i nerazzurri: entro questa settimana si deciderà il suo futuro. Petrachi offre 20 milioni più bonus per il centrale belga. Parla Mancini: “Un orgoglio essere qui”. Trigoria: ancora a parte Veretout

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

La Roma torna al lavoro. Dopo la domenica di pausa, nel pomeriggio mister Fonseca ha richiamato i giallorossi a Trigoria per dare il via alla quinta settimana di preparazione. Jordan Veretout si unirà al gruppo nei prossimi giorni, oggi il francese ha lavorato ancora a parte. Terapie per Nzonzi e Karsdorp a causa dei lievi infortuni muscolari accusati, individuale per Pastore: l’argentino sta smaltendo i postumi dell’affaticamento muscolare dei giorni scorsi. Santon, invece, è rientrato in gruppo. Domani si tornerà al consueto appuntamento con la doppia seduta di allenamento, prima di affrontare l’Athletic Bilbao a Perugia (gara in programma mercoledì 7 agosto).

DZEKO&ALDERWEIRELD – A meno di un mese dalla fine della sessione estiva del calciomercato, il tempo comincia a stringere. Capitolo Dzeko: per il centravanti bosniaco è la settimana chiave per decidere il suo futuro. Oggi Silvano Martina, il suo agente per l’Italia, è stato avvistato nella sede dell’Inter per provare a sbloccare la trattativa. La Roma continua a chiedere 20 milioni per lasciarlo partire, mentre i nerazzurri non vanno oltre i 15. Dzeko non ha cambiato idea, vuole ancora il trasferimento alla corte di Conte, ma, nel caso in cui i due club non riuscissero a trovare l’accordo nei prossimi 7 giorni, difficilmente il bosniaco – che in queste settimane ha stregato Fonseca – lascerà Trigoria. Tornando al mercato in entrata, Petrachi non molla Toby Alderweireld. Il mercato inglese chiuderà l’8 agosto (anche se il Tottenham può cederlo anche dopo la deadline, senza però poterlo rimpiazzare), ora la Roma è pronta a mettere sul piatto una nuova offerta da 20 milioni di euro più bonus. Oltre al difensore centrale, i giallorossi stanno pensando anche al possibile acquisto di un nuovo terzino destro: in lizza ci sono Hysaj e Zappacosta. Nuova frenata col Cagliari per Defrel, mentre Zaniolo resta in attesa dell’adeguamento contrattuale: in settimana ci sarà l’incontro tra il club e l’entourage del calciatore.

PARLA MANCINI – “Roma ti dà un senso di magia, sono fiero di poter giocare qui”, parola di Gianluca Mancini. Prima dell’allenamento svolto oggi pomeriggio, il nuovo difensore giallorosso si è raccontato in una lunga intervista rilasciata al sito del club. Partendo dall’infanzia e ripercorrendo la sua carriera, Mancini si è soffermato soprattutto sul suo approdo alla Roma: “Quando il mio procuratore mi ha prospettato questa possibilità gli ho detto senza esitare: ‘Voglio andare’. Qui sono passati tanti campioni, è un onore rappresentare questa maglia. È una piazza che mi è sempre piaciuta. Fonseca mi ha fatto una buonissima impressione. È sicuro di sé, delle sue idee. Kolarov sa dirti la parola giusta al momento giusto. Dobbiamo cercare di creare qualcosa di nuovo per arrivare a grandi obiettivi. Il gruppo è giovane, siamo all’inizio, ma da parte nostra ci sarà il massimo impegno in allenamento e in partita”.

EX GIALLOROSSI – In attesa del suo debutto con il Boca Juniors, De Rossi ha rilasciato una nuova intervista al club argentino: “Il Boca è un grande club che vuole vincere e fare le cose come si deve, fatte bene. Mi ha mosso la passione che ho per questo club da quando sono piccolo, la motivazione che ho di giocare a calcio, la passione che provo a giocare a calcio a livelli seri. Questo è un club che mi permetterà di farlo nella maniera che piace a me”. Se l’ex capitano si è soffermato solo sui motivi della sua scelta, oggi un altro ex giallorosso è tornato a parlare della Roma. “Sarà un futuro diverso per il club. Io spero che la Roma possa fare bene perché ho giocato cinque anni lì e sono rimasto legato alla cittàparola di Kevin StrootmanSe mi manca? Certo. De Rossi e Totti erano la Roma, ma la proprietà ha deciso così, ha cambiato strada. Spero che Daniele possa fare bene in Argentina”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy