Roma, così non va: a giugno nuova rivoluzione. Ecco cosa farà Pallotta

Il derby è stato l’ultimo campanello d’allarme. Ora la società farà cerchio per provare a centrare gli obiettivi, poi si ripartirà da zero. Dall’allenatore ai giocatori, passando per il ds, nessuno è sicuro di restare a Trigoria

di Valerio Salviani

SQUADRA – ULTIMI ARRIVI

Grazie al bilancio positivo, la Roma non sarà costretta a vendere entro il 30 giugno per mettere a posto i conti. Eppure (ancora una volta) la direzione sarà quella dello stravolgimento totale. I casi più spinosi riguardano alcuni degli ultimi arrivati. Olsen non ha mai convinto del tutto. Anche ieri ha colpe evidenti sul gol di Cataldi e a Trigoria già si pensa a Cragno (Balzaretti è stato a Cagliari venerdì per seguirlo da vicino). Pastore è blindato con un contratto da 4 milioni annui fino al 2023. La Roma lo cederebbe senza pensarci, ma è difficile immaginare qualcuno disposto a scommettere su di lui. Stesso discorso per Nzonzi, che però ha più mercato del Flaco.

LaPresse
LaPresse

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy