La Roma accoglie Smalling e aspetta Kalinic-Vital. In Europa League ostacolo Gladbach

La Roma accoglie Smalling e aspetta Kalinic-Vital. In Europa League ostacolo Gladbach

Petrachi attivissimo le ultime ore di mercato: Olsen e Defrel salutano, per l’ex Milan si aspetta la cessione di Schick. Baldissoni e Fonseca: “Passiamo il turno”

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Che sarebbe stato un venerdì particolare i romanisti lo avevano capito già nella giornata di ieri. Dopo la notizia dell’accordo trovato con il Manchester United per l’arrivo di Smalling, il difensore è sbarcato stamattina a Ciampino per poi fare subito tappa a Villa Stuart: dopo le visite la firma sul contratto e in serata l’ufficialità. Con un occhio i tifosi guardavano all’aeroporto, con l’altro seguivano i sorteggi di Montecarlo: la Roma ha conosciuto le sue avversarie nel girone, che saranno Borussia Moenchengladbach, Istanbul Basaksehir e Wolfsberger.

LAST MINUTE – La trattativa nata e portata a termine in neanche 48 ore ha permesso ai giallorossi di trovare il suo nuovo difensore: sarà Chris Smalling, che si è già mostrato sorridente e ha scattato i primi selfie con i tifosi. Arriva in prestito per un anno per tre milioni e difficilmente sarà in panchina contro la Lazio: Fonseca è orientato a dargli le due settimane di sosta per le nazionali per farlo entrare nei suoi schemi. “Siamo certi che sarà utile alla crescita della squadra e a quella dei ragazzi che si confronteranno con lui”, ha detto Petrachi. “Sono molto contento e fortunato ad essere qui, era quello di cui avevo bisogno”, le prime parole da giallorosso di Smalling“È stata un’operazione lampoha detto l’intermediario Tiziano Pasqualie sono stati decisivi Kolarov e Dzeko: gli hanno spiegato i valori di un club come la Roma”.
Trattative last minute anche quelle che porteranno nella Capitale Kalinic e Vital: per l’ex Milan c’è l’accordo con l’Atletico Madrid in prestito con diritto di riscatto, il brasiliano arriverebbe a titolo definitivo. Ai saluti Olsen e Defrel, che hanno firmato rispettivamente con Cagliari (“È un’occasione per prendermi gli Europei”, ha detto lo svedese) e Sassuolo (3 milioni per il prestito, 12 per il riscatto più due milioni di possibili bonus).

EUROPA – A Montecarlo è stato il giorno dei sorteggi di Europa League: la Roma ha pescato i tedeschi del Borussia Moenchengladbach, Istanbul Basaksehir e Wolfsberger (qui gli approfondimenti sulle avversarie). L’urna poteva essere più favorevole ma Fonseca guarda avanti: “È una mini-Champions, vogliamo passare il turno”. Gli fa eco Baldissoni: “Non è un peso, ma sentiamo la responsabilità di passare i gironi”. Poi una battuta su Tare: “Lui scambierebbe i gironi (La Lazio ha pescato Celtic, Rennes e Cluj, ndc)? Pensano spesso alla Roma…”. Definito anche il calendario: esordio all’Olimpico con il Basaksehir, ex squadra di Under. Di lui ha parlato il Ceo del club turco: “Siamo felici di rivederlo”.

CASA – Intanto a Trigoria continua il lavoro di Fonseca e della squadra: domenica c’è un impegno tutt’altro che banale, il derby con la Lazio (domani la conferenza stampa di Fonseca alle 13). Al Fulvio Bernardini ancora lavoro a parte per Spinazzola, terapie per Perotti: entrambi saranno indisponibili domenica. Ci sarà forse allo stadio Francesco Totti, che si è soffermato sulla mancata convocazione di Zaniolo da parte di Mancini: “Il gruppo viene sempre prima di tutto. Non bastano cinque partite, bisogna fare la differenza per lungo tempo e lui sicuramente la farà”. Nicolò e Kean sono stati convocati da Nicolato per l’Under 21. Jesus disattiva i profili social (per le critiche dei tifosi?).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy