Baldissoni: “L’Europa League non è un peso. Tare scambierebbe i gironi? Pensano spesso alla Roma”

Baldissoni: “L’Europa League non è un peso. Tare scambierebbe i gironi? Pensano spesso alla Roma”

Il vicepresidente esecutivo giallorosso commenta il girone di Europa League: “Ora sta preparando il derby pensando solo alle cose di campo, ma lasciamolo lavorare. Diamogli tempo”

di Redazione, @forzaroma

La Roma ha scoperto le sue avversarie in Europa League: i giallorossi affronteranno Gladbach, Basaksehir e Wolfberger. A margine della cerimonia a Montecarlo ha parlato il vicepresidente esecutivo Mauro Baldissoni. 

BALDISSONI A SKY SPORT 

Sorteggio accettabile?
Dico sempre che le parole che si dicono dopo i sorteggi contano veramente poco, parliamo di analisi sulla carta, avete mai vinto una partita sulla carta? A pallone si gioca sull’erba, bisogna giocare le partite e possiamo sapere se siamo in grado di affrontarle. Sappiamo che partiamo dalla prima urna, di conseguenza la scansione della presunta difficoltà delle partite è già fatta con le urne. Pensiamo di avere la responsabiità di affrontare il girone per passarlo.

Quali sono i pensieri europei della Roma?
Credo che in generale per un gruppo di professionisti come i calciatori della Roma sia doveroso affrontare ogni competizione in cui partecipano con ambizione di arrivare più avanti possibile, pensando di poter vincere. È giusto che si affrontino queste competizioni pensando di andare avanti, così non fosse non avremmo fatto una semifinale di Champions League. Il merito e la fortuna diranno quanto riusciremo a conquistare.

Come procede la fase di assestamento del club?
La vita normale di ogni squadra nel calcio e anche in altri settori, ci sono sempre cambiamenti per cercare di migliorare, altri voluti e altri per volontà di altri. La Roma non deve mai venire meno alla sua prospettiva, quella di cercare di eccellere e di farlo al meglio delle sue possibilità. Il nuovo staff tecnico si è calato nella parte, sta lavorando benissimo. Il mercato finirà tra poco, vedremo se avremo fatto un buon lavoro dopo una stagione che ci ha delusi”.

Su Fonseca?
Impatto ottimo e la sensazione è di tutti a partire dai calciatori. E’ una persona che ha dimostrato di avere larghe visioni. Ha girato il mondo e si è misurato con altre culture. La sensazione è di uno di ampie vedute. C’è unità d’intenti, ma diamogli tempo. Non si può realizzare in poche settimane e dopo una partita. Sta facendo un grande lavoro, ma bisogna completarlo.

Come sarà l’approccio all’Europa League?
L’ho detto prima, figuriamoci se può essere considerato un peso. Deve essere una responsabilità scendere in campo pensando di andare più avanti possibile, i trofei non si vincono ad agosto ma la Roma deve provare a fare quanto di buono fatto nella Champions League di due anni fa e farlo sapendo che l’Europa League è una competizione difficili, non sarà facile arrivare fino in fondo, la Roma deve pensare di volerlo fare.

Come arriva Fonseca al derby?
Diciamo che fortunatamente non ho avuto ancora modo di capire tutti i dettagli e le sfumature che questa partita porta con se. Io lo lascerei con le sue prime preoccupazioni, ovvero le cose di campo. E’ una carica in più e un ‘attenzione in più che i calciatori della Roma sanno di dover mettere a disposizione.

BALDISSONI IN MIX ZONE 

Sorteggio comunque non facilissimo.
“Pensiamo sempre di trovare partite facili in queste competizioni, ma non è così, lo spirito della competizione è diverso. Non parliamo prima di giocare, vogliamo dare il massimo sempre e cercare di andare il più avanti possibile. Due anni fa potevamo arrivare in finale di Champions pur affrontando squadre più attrezzate, quindi tutto è aperto. I professionisti che vestono la maglia della Roma devono sperare di arrivare il più avanti possibile”.

Il presidente del Basaksehir ha detto che la Roma è favorita e che loro giocheranno per il secondo posto.
“I favori del pronostico vanno meritati sul campo, il ranking non conta”.

Tare ha detto che farebbe a cambio con il vostro girone. Cosa ne pensa?
“È tipico per le persone della Lazio occuparsi di affari della Roma, io fatico a ricordare anche qual è il loro girone, penso solo alle nostre cose”.

Giocherete nello stadio del Wolfsberger?
“Non credo sia sufficiente la capienza, visto che può contenere solo 7000 persone ma ancora non abbiamo ricevuto comunicazioni, dovranno parlare con la UEFA”.

Under affronterà il suo passato.
“Gli chiederemo informazioni sulla sua ex squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy